/ Attualità

Attualità | 13 agosto 2022, 11:52

Lutto per il mondo della scienza e della cultura: il Piemonte piange Piero Angela. Il cordoglio del presidente Cirio

Grande divulgatore televisivo, seguito poi dal figlio Alberto, aveva 93 anni. "Il suo saluto" sui social. Venne ad Asti nel 2005

Lutto per il mondo della scienza e della cultura: il Piemonte piange Piero Angela. Il cordoglio del presidente Cirio

Lutto per il mondo della scienza e della cultura: il Piemonte piange Piero Angela, morto all'età di 93 anni.

Grande divulgatore scientifico (suo il programma che ha fatto la storia dal titolo "Quark", poi "Superquark", ma non solo) era stato seguito su questa strada anche dal figlio Alberto.

Era nato a Torino il 22 dicembre del 1928 ed è stato giornalista, saggista e conduttore televisivo. Il suo nome, in Italia, ha sempre fatto rima con competenza, garbo e conoscenza. Anche di argomenti complessi che lui riusciva a rendere accessibili al grande pubblico con un racconto facile da comprendere e avvincente.

Nel 1989 è stato tra i fondatori del CICAP, associazione per il controllo sulle pseudoscienze, nata per promuovere l'educazione scientifica e lo spirito critico, nonché per indagare sull'effettiva esistenza dei presunti fenomeni paranormali. Non ha mai smesso di lavorare e impegnarsi, andando in onda con i suoi programmi anche in tempi decisamente recenti e partecipando ad eventi e incontri.

Il padre, il medico antifascista Carlo Angela, è stato insignito della medaglia dei Giusti tra le nazioni. Accanto alla scienza, l'altra grande passione di Piero Angela era la musica, il jazz in particolare (il suo nome d'arte, nei primi anni del Dopoguerra, era "Peter Angela").

Nel novembre del 2019 era stato ricoverato in ospedale, a Roma, dopo una caduta in casa.

Il "suo saluto sui social"

Il cordoglio del presidente del Piemonte Alberto Cirio

"Credo che un po’ di quello che ognuno di noi conosce del mondo scientifico sia merito suo. Un Maestro con la M maiuscola, capace di avvicinare la scienza con precisione e semplicità anche a chi una mente scientifica non l’ha mai avuta. 93 anni, moderni come pochi. Un piemontese straordinario, che ci lascia una eredità di cui essere orgogliosi. Ma anche da custodire e continuare a diffondere. Grazie Piero Angela". Queste le parole del presidente del Piemonte Alberto Cirio

Il 31 marzo 2005, Piero Angela venne al Teatro Alfieri di Asti per il Gianni Basso Day.

Presentò lo spettacolo del suo celebre  amico sassofonista e interagì con lui. Quando Basso scomparve nel 2009, Angela gli dedicò un servizio all'interno di Superquark.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium