/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 24 settembre 2022, 12:43

L'ascesa dei giocatori on line professionisti

Per qualcuno il nome Atari potrebbe non significare nulla, ma per altri evoca l’inizio di una trasformazione che ha cambiato il mondo dell’intrattenimento e del divertimento

L'ascesa dei giocatori on line professionisti

Per qualcuno il nome Atari potrebbe non significare nulla, ma per altri evoca l’inizio di una trasformazione che ha cambiato il mondo dell’intrattenimento e del divertimento, dando origine all’epoca dei videogiochi. La loro storia inizia infatti negli anni Cinquanta, quando Ralph Baer, il vero creatore dei videogiochi, vide l'opportunità di introdurre la nozione di console televisiva, man mano che il piccolo schermo si faceva strada. Più tardi, all'inizio degli anni Settanta, Nolan Bushnell e Ted Dabney svilupparono il primo gioco arcade Computer Space, basato su un precedente gioco di Steve Russell chiamato Spacewar, e fondarono Atari. I primi prototipi di videogiochi furono creati intorno agli anni Sessanta, ma fu l'introduzione di Pong da parte di Atari nel 1972, che fece decollare il settore. Da allora, l'industria dei videogiochi ha continuato a svilupparsi e con l’avvento dell’online lo ha fatto a una velocità che era impossibile da prevedere.

Il boom dell'online

Internet e la telefonia mobile hanno infatti visto crescere il settore dei giochi, portandolo da decine di miliardi a centinaia di miliardi di fatturato. Un inizio per questa nuova corsa potrebbe essere collocato nel 2001, quando Microsoft ha lanciato la piattaforma di gioco online Xbox Live, che prevedeva un abbonamento mensile e dava ai giocatori l'accesso ai servizi di multiplayer e di chat vocale. Un universo innovativo, abbracciato con entusiasmo da ragazzini e adulti amanti del divertimento. Dopo questo debutto, tutte le aziende hanno identificato nel gioco in movimento – o mobile – la gallina dalle uova d’oro e si sono attrezzati. È arrivato il Game Boy di Nintendo, poi Nokia e BlackBerry si sono cimentati nel settore, anche l’iPhone di Apple si è adeguato e ha spianato la strada agli sviluppatori di app per la creazione di giochi gratuiti o a pagamento, destinati ormai a un mercato di massa. Microsoft ha lanciato il proprio servizio di gioco online, che va sotto il nome di Xbox Live, che si è affermato proponendo giochi come Halo 2. L'aspetto comunitario del gioco online ha avuto la meglio, con partite a concorrenti multipli che stanno diventando la norma. Il settore è ancora in crescita, forse quello più in salita in un periodo in cui l’economia sembra ristagnare.

I giochi per dispositivi mobili

Dalle consolle e dai pc i giochi sono passati sugli smartphone e si sono moltiplicati. All’inizio c’erano i puzzle o i giochi tradizionali rivisitati, poi sono arrivati quelli di strategia a tanti giocatori. Sui telefonini si sono trasferiti titoli già molto amati, come Angry Birds o Candy Crush. Un processo irrefrenabile che ha portato ad ampliare le modalità e le formule di gioco, per andare incontro alle richieste di un pubblico sempre più appassionato e specializzato. L’introduzione delle console portatili ha spinto a nuove vette. In questo ambito in continua evoluzione, con un pubblico crescente, si sono fatti strada i giocatori professionisti. Giovani appassionati e abilissimi, che hanno conquistato consensi e che stanno diventando delle specie di divi. Mentre l'industria del gioco si sta evolvendo per migliorare le esperienze di chi vi dedica, i praticanti esperti stanno conquistando il pubblico e si stanno facendo ricchi. Vale per i giochi elettronici, ma anche per quelli che si praticano nei sempre più diffusi casinò online, dove i giocatori che adesso appaiono come campioni hanno spesso iniziato a fare esperienza approfittando di piattaforme sulle quali trovavano i migliori bonus senza depositare. Spesso nel mondo dei casinò on line sono partiti in sordina per andare poi a conquistare spazi e attenzione, raggiungendo un pubblico sempre più ampio e variegato.

In Italia un vero boom

Fare una lista dei gamers migliori non è semplice, perché il mondo virtuale ha ritmi rapidissimi. Per tale ragione la classifica dei migliori gamers su Youtube cambia continuamente, benché qualcuno posti le sue partite ormai da dieci anni. Della “vecchia” guardia fanno parte persone come PewDiePie, JuegaGerman e Fernanfloo, che hanno milioni di followers, ma all’orizzonte ci sono nuovi campioni e nuovi divi, anche in Italia. Anche a causa del lockdown, lo scorso anno si è arrivati a oltre 100 miliardi di ore di visualizzazione. In Italia ci sono cinque youtuber gamer famosi, ma ne citiamo solo un paio. Anzitutto Favij, vero nome Lorenzo Ostuni, che ha 24 anni, è attivo su YouTube dal 2011 e ora vanta sei milioni di iscritti. Gioca a Outlast, Metal Gear, Rainmen, Crash Bandicoot e Rocket League. Il secondo si chiama St3pNy, al secolo Stefano Lepri. Ha 27 anni, oltre quattro milioni di iscritti e pubblica video su Minecraft e Fortnite per i ragazzini, ma ama anche The Last of Us, Diablo, Clash Royale, Clash of Clans e H1Z1.

I campioni nel resto del mondo

A livello internazionale, invece, spiccano figure di giocatori professionisti come Jerma985, uno YouTuber, live streamer e doppiatore americano, conosciuto per i suoi elaborati live streaming basati sul coinvolgimento su Twitch. Altri nomi eccellenti sono quelli di Jacksepticeye, pseudonimo di Seán William McLoughin, youtuber irlandese noto soprattutto per i suoi vlog e i suoi video sui videogiochi, che ha un canale con oltre 15,4 miliardi di visualizzazioni e 28,6 milioni di iscritti. Oppure il coreano Faker, che ha vinto per tre volte il campionato di League of Legends e il suo connazionale Jaedong (nome completo Lee Jae Dong), considerato uno dei più forti su StarCraft con un'attività consolidata anche da streamer. Personaggi che divertono e tengono compagnia agli amanti dei giochi, un numero sempre più alto di italiani e non solo delle giovani generazioni. Secondo uno studio sull’utilizzo della banda larga in Italia, infatti, è emerso che nel nostro Paese si utilizza Internet per una svariata serie di ragioni e che il gioco on line è decisamente una di quelle.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium