/ Politica

Politica | 17 novembre 2022, 18:50

Parcheggi blu piazza del Palio, i sindacati: "Abbiamo proposto aumento Irpef per redditi medio alti"

Cgil, Cisl e Uil: "Quelli sopra i 45mila euro, che hanno avuto i maggiori vantaggi fiscali dalle ultime manovre governative"

Parcheggi blu piazza del Palio, i sindacati: "Abbiamo proposto aumento Irpef per redditi medio alti"

Nella giornata di ieri, mercoledì 16 novembre, una delegazione di CGIL, CISL e UIL ha incontrato, a seguito di richiesta, il sindaco di Asti Maurizio Rasero, l’assessore Eleonora Zollo, l’Assessore Loretta BOLOGNA ed il consigliere Renato Berzano, per presentare la piattaforma relativa alla contrattazione sociale.

La nota stampa dei sindacati

In premessa abbiamo evidenziato che CGIL, CISL e UIL sono consapevoli delle difficoltà in cui versano le pubbliche amministrazioni, e gli enti locali in maniera particolare, a seguito dell’aumento delle bollette legate alla crisi energetica. Abbiamo però altresì evidenziato che anche i cittadini versano nelle medesime difficoltà.

La discussione si è poi concentrata sulla questione dell’ampliamento dei parcheggi a pagamento di piazza del Palio. Come CGIL, CISL e UIL abbiamo evidenziato che la trasformazione di tutta l’area in zona blu avrebbe creato un aggravio di costi per chi deve, per lavoro, spostarsi dai Paesi e dalle frazioni in città per prendere il treno. In una situazione di aumento generalizzato dei costi e di una contrazione salariale, a seguito del ritardo di molti rinnovi contrattuali, anche poche decine di euro possono fare la differenza. Abbiamo proposto di non trasformare tutto il parcheggio di piazza del Palio in zona blu e di recuperare le risorse mancanti da un aumento dell’IRPEF dai redditi medio alti, sopra i 45.000,00€ redditi che, tra l’altro, hanno avuto i maggiori vantaggi fiscali dalle ultime manovre governative. È evidente che la nostra proposta risponde ad una necessità di tipo emergenziale ed è volta ad una parziale ridistribuzione dei sacrifici attraverso un meccanismo di tipo solidaristico, evitando di gravare solo sui redditi medio bassi.

La riunione si è conclusa con un aggiornamento al 1 di dicembre dove si affronteranno il tema delle tariffe e dei servizi e entreremo nel vivo delle proposte da noi avanzate.

Comunicato stampa


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium