/ Cronaca

Cronaca | 25 novembre 2022, 15:56

Celebrata anche ad Asti la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri

Solenne cerimonia ieri nel santuario di Incisa Scapaccino, dopo anni di restrizioni causa Covid

Celebrata anche ad Asti la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri

Nel pomeriggio di ieri, nel santuario di Incisa Scapaccino, alla presenza del Generale Gino Micale, Comandante Interregionale CC “Pastrengo” in rappresentanza del Comandante Generale, del Gen. Antonio Di Stasio, Comandante della Legione CC “Piemonte e Valle d’Aosta”, il Gen. Benito Castiglia, Comandante della Regione CC Forestale “Piemonte” e del tenente colonnello Paolo Lando, Comandante Provinciale CC di Asti, i Carabinieri di Asti, e delle Autorità civili regionali e provinciali, come da tradizione, si è svolta l’annuale ricorrenza della “Virgo Fidelis”, patrona dell’Arma dei Carabinieri, l’81° anniversario della battaglia di Culquaber e la Giornata dell’Orfano.

Di nuovo in forma completa, dopo anni di restrizioni Covid

La cerimonia religiosa, che riveste un’importanza centrale per l’Arma dei Carabinieri, dopo le ultime edizioni celebrate in forma ridotta a causa delle misure di contenimento della pandemia, è tornata a svolgersi in forma solenne ed è stata officiata da Don Gian Battista Giacchero, Generale in congedo dei Carabinieri, e da Don Claudio Montanaro, Rettore del Santuario.

Il Santuario

Il Santuario della Virgo Fidelis si colloca nella chiesa ottocentesca di Incisa Scapaccino caratterizzata da una storia lunga e travagliata, oggi l’edificio religioso, riaperto nel 2014 dopo un lungo restauro, è divenuto punto di riferimento per tutti Carabinieri, i loro familiari ed i devoti alla Vergine patrona dell’Arma. Il forte legame con la “Benemerita” deriva dal fatto che proprio in questa chiesa nel febbraio del 1802, fu battezzato Giovanni Battista Scapaccino, prima medaglia d’oro al valore militare dell’Arma dei Carabinieri.

Alla cerimonia è stata portata dal Capitano Giulia Rota, pronipote del primo Carabiniere decorato, proprio la medaglia oro conferita a Giovanni Battista Scapaccino.

Al termine della celebrazione religiosa le Autorità intervenute si sono recate presso la piazza del municipio per deporre una corona d’alloro alla base del monumento dedicato al Carabiniere Giovanni Battista Scapaccino.

La battaglia di Culquaber

In concomitanza con la festività della Virgo Fidelis ricorre l’81° anniversario dell’eroica difesa del caposaldo di Culquaber da parte del 1° Battaglione Carabinieri e Zaptiè mobilitato che si sacrificò nel 1941 in una delle ultime cruente battaglie in terra d’Africa. Per questo fatto d’armi alla Bandiera dell’Arma dei Carabinieri fu concessa la seconda Medaglia al Valor militare, massimo riconoscimento del valore per le Forze Armate.

La Giornata dell'Orfano

La ricorrenza della Virgo Fidelis coincide, anche, con la Giornata dell’Orfano, in cui vengono conferiti i premi per gli orfani assistiti dall’ONAOMAC che si sono particolarmente distinti nella condotta civica e scolastica. Il Gen.C.A. Gino Micale ha consegnato all’alunno torinese Diego Gallo il premio “buon profitto”, consistente in un assegno supplementare di studio istituito dall’Opera per stimolare lo spirito di emulazione tra gli studenti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium