/ Al Direttore

Al Direttore | 23 gennaio 2023, 13:39

Nella "Giornata della Memoria" si ricordino anche le minoranze dimenticate

Lo auspicano i Testimoni di Geova in una nota stampa firmata dal responsabile comunicazione

Una divisa con il famigerato triangolo viola

Una divisa con il famigerato triangolo viola

Il Giorno della Memoria, che si celebra il 27 gennaio per commemorare tutte le vittime dell’Olocausto, ricorda coraggiosamente ciò che è avvenuto e offre a tutti l’opportunità di riflettere sugli esiti dell’odio, della violenza e dell’intolleranza che muovono ancora oggi alcune parti della nostra società.

Oltre al popolo ebraico, gli orrori dell’Olocausto coinvolsero anche alcune minoranze che spesso sono state ignorate, o addirittura dimenticate. Infatti, il libro "I Bibelforscher e il nazismo", che narra la persecuzione dei circa 20.000 testimoni di Geova nella Germania nazista, ha come sottotitolo “I dimenticati dalla storia”.

Circa 10.000 testimoni furono imprigionati e 1.600 persero la vita. I Testimoni di Geova furono l’unico gruppo perseguitato per motivi puramente religiosi, tra i primi a essere inviati ai campi di concentramento, ove erano identificati da un triangolo viola cucito sulle uniformi; i soli ai quali era offerta la possibilità d’essere liberati mediante la firma di un documento di abiura.

Il link rimanda a un breve video storico-documentale su questo argomento.

L’auspicio è che il ricordo di ciò che avvenne durante l’Olocausto possa aiutare a combattere i pregiudizi e le divisioni tutt’ora presenti.

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium