/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 gennaio 2023, 19:08

"Si cancelli l'ordinanza": serrato confronto stasera tra Amministrazione comunale, ambulanti e associazioni di categoria [VIDEO E FOTOGALLERY]

L'assessore Bovino: "Con migliaia di turisti ad Asti, spesso in piazza c'erano solo tre banchi". Rasero: "La commissione nostro unico interlocutore". Il Goia: "Ci saranno nuove elezioni". Lite tra gli ambulanti

MerfePhoto

MerfePhoto

Non un muro contro muro, ma la volontà di fare emergere come le proprie posizioni siano valide.

Oggi in Comune, il sindaco Maurizio Rasero e l'assessore al Commercio, Mario Bovino, con il comandante dei vigili urbani, Riccardo Saracco e le associazioni di categoria, hanno incontrato una rappresentanza degli ambulanti del mercato di piazza Alfieri e piazza Libertà, la Commissione mercatale e i rappresentanti del Goia (Gruppo organizzato indipendente ambulanti), capitanato dal presidente nazionale Giancarlo Nardozzi.

Se il sindaco Rasero annuncia che ci saranno altri momenti di confronto, il Goia chiede di ritirare l'ordinanza che anticipa l'orario di chiusura e sposta, di fatti, i banchi in piazza del Palio.

"Il mercato è cambiato - spiega Rasero - e quando è partita la sperimentazione gli ambulanti erano 107, mentre prima erano 150. Ci rendiamo conto delle difficoltà delle categorie e ci rendiamo disponibili a sperimentazioni".

Il suo è un percorso di riflessione che ricorda che quando, dopo il Covid, aveva deciso di far ripartire i mercati, era stato criticato. "Mi hanno sputato addosso", ricorda, mentre spiega di avere filmati che dimostrano che al pomeriggio la piazza sia "a macchia di leopardo"

E mentre gli ambulanti del Goia ricordano che presto verrà eletta una nuova commissione mercatale che a loro dire è stata sfiduciata, il sindaco rimarca che al momento sono gli unici interlocutori ufficiali.

Nardozzi, dal canto suo, oltre al ritiro dell'ordinanza, ricorda di non avere mai trovato risposta ai suoi messaggi: "Ho solo chiesto un tavolo - rimarca - ci siamo trovati davanti una decisione di imperio. Le soluzioni non si trovano cancellando la piazza ma in concertazione".

L'assessore Bovino che aveva sostituito Marcello Coppo al Commercio, dopo la già contestata risistemazione, spiega: "Ho percepito le insoddisfazioni di tanti e mi sono fatto un’idea. La commissione è stata eletta da voi e ci siamo confrontati anche con le associazioni di categoria".

Ma sottolinea anche: "Da giugno a dicembre ho fotografato il mercato e con il mercatino di Natale e le migliaia di persone in giro per Asti, a volte c’erano solo tre banchi in piazza".

"Ritirate l’ordinanza e facciamo una concertazione, noi porteremo le nostre proposte. Tremila firme di cittadini chiedono di non spostare", replica Nardozzi.

Da alcuni ambulanti come Salvatore Nicastro o Andrea Percia il timore di perdere la clientela affezionata e abitudinaria, mentre Cristiano Maschio che fa parte della Commissione spiega di essere con la maggioranza degli ambulanti e di difenderla.

"Emerge una divisione - rimarca ancora Rasero - noi non ce l'abbiamo con gli ambulanti, ma loro sono divisi".

E la divisione è emersa con diversi scambi di accuse. 

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium