/ BuonGiro

BuonGiro | 15 maggio 2023, 18:00

BuonGiro Speciale. Il bilancio con il direttore Mauro Vegni: "L'uscita di Evenepoel è difficile da digerire, situazione Covid che rischia di fare 'stragi' anche nelle prossime tappe"

Il numero uno dell'area ciclismo di Rcs ha fatto il punto dopo che ha dovuto abbandonare la corsa la maglia rosa: " Credo che nel team non fossero convinti della prestazione tale da richiedere un controllo"

Foto LaPresse

Foto LaPresse

"Sono soddisfatto a metà perchè purtroppo ci sono stati alcuni casi di Covid che hanno messo fuori gioco degli atleti importanti".

Con un velo di amarezza, nel giorno di riposo, il direttore del Giro d'Italia e dell'area ciclismo di Rcs Mauro Vegni ha fatto un bilancio sui primi 9 giorni della corsa rosa, dopo l'addio, causa positività al Coronavirus del protagonista indiscusso Remco Evenepoel, di Filippo Ganna e ad altri 4 ciclisti (Uran, Russo, Aleotti e Conci).

"La competizione è basata sugli attori e la perdita di alcuni attori importanti in qualche modo mette in difficoltà quella che è la bellezza della manifestazione - ha proseguito Vegni - Purtroppo dobbiamo constatare che ci sono ancora tanti casi Covid, che non sono più come una volta ma comunque sia in qualche modo danno problemi agli atleti. Questa situazione rischia di fare 'stragi' anche nelle prossime corse. Mi sento di dire di tenere alta la guardia rispetto a certe situazioni".

Il campione del mondo belga ha lasciato la corsa dopo che a seguito di un test di routine del suo team, la Soudal-Quick Step, il tampone è risultato positivo nonostante il 23enne non avesse sintomi.

"Ormai non c'e più un discorso legato alla pandemia (l'Oms infatti ha dichiarato che il Coronavirus non è più un'emergenza internazionale), però le squadre vanno a controllare i propri atleti o verificare che ci siano casi di covid e la responsabilita rimane in capo al medico di squadra" ha puntualizzato il direttore del Giro.

Ma perché allora in altri sport, se non il ciclismo, non vengono più riscontrati casi Covid e i tamponi non vengono effettuati dalle società sportive?

"Il ciclismo rimane uno sport di contatto e chiaramente ci sono interessi, se una squadra avversaria vuole essere tutelata per non contagiarsi fa i test. Sono un gruppo che si muove per 25 giorni e hanno contatti con tante persone, con il pubblico. Il rischio è più alto".

Nel caso specifico di Evenepoel pare che la sua prestazione, nonostante i 51 km/h di media e la vittoria della tappa, non convincendo appieno, avrebbe messo in allerta il team.

"Mi è sembrato di capire che qualcuno non fosse convinto della sua prestazione. Ha vinto la tappa, ha preso la maglia, ma credo che nell'entourage non fossero convinti della prestazione tale da richiedere un controllo".

Non sono mancate anche le polemiche in questa prima settimana: al centro proprio la Quick Step e la Bahrain Victorious e la decisione di scendere dal traguardo della settima tappa di Campo Imperatore utilizzando l'elicottero per arrivare poi in hotel.

"Avevamo vivamente consigliato ai corridori di scendere in funivia, in modo che tutte le squadre potessero portare i corridori attraverso le vetture. Qualcuno non l'ha fatto e non possiamo imporre niente. Se facciamo comunicazioni hanno il loro senso, non mi sento nessuna colpa in questo caso" ha precisato Vegni.

In vista delle prossime due settimane la speranza è che ci sia una bella bagarre nella vittoria senza ulteriori casi Covid.

"L'uscita del favorito è difficile da digerire e ho sempre detto che non ci sono dualismi Evenepoel/Roglic ma ci sono altri 4-5 corridori che possono giocarsi la maglia Rosa. Ci sarà il terreno per vedere una bella sfida".

Luciano Parodi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium