/ Scuola

Scuola | 21 settembre 2023, 17:45

La voce... Delle scuole: dall'Erasmus alla scuola per adulti, passando da convegni e iniziative

Al via la mobilità Erasmus + per gli studenti dell’ Istituto Alfieri di Asti; tanti corsi al Cpia; successo per un convegno contro la violenza di genere e le iniziative del Castigliano

I ragazzi dell'istituto Alfieri

I ragazzi dell'istituto Alfieri

Sono in tutto 32 gli studenti dell’IIS V. Alfieri di Asti che, tra Liceo artistico, Liceo classico e  Istituto Professionale Sella  sono partiti per l’estero con destinazioni Irlanda e Belgio.

Accompagnati dai docenti IIaria Guidotti, Diego Peirano e Nicole Raviola gli studenti sono attualmente ospitati  nella città di  Galway (Eire), dove svolgono attività di PCTO in aziende locali pronte ad ospitare i ragazzi,  entusiasti di condividere sia un’esperienza di lavoro che un’esperienza linguistica. 

Anche a Bruxelles (Belgio), accompagnati dai docenti Andrea Varaldo e Francesco Bellitta per l’intero mese di settembre un folto gruppo di studenti dell’Istituto Alfieri sta svolgendo attività di 'alternanza scuola/lavoro in diverse aziende e sta esplorando nuove culture, arricchendosi così sia come persone che come cittadini.

Non solo gli studenti sono volati fuori Italia, ma anche i docenti dell’Istituto: i proff. Andrea Marello, Giuseppe Varlotta, Patrizia Trinchero, Elizabeta Veselinovska, Luca Amato stanno svolgendo un periodo di Job shadowing presso scuole straniere affini alle nostre, stanno facendo formazione linguistica, ma soprattutto stanno confrontando il nostro mondo scolastico con quello di un altro Paese, l’Irlanda.  

L’ attività fa parte del progetto Erasmus +,  a cui la dirigente scolastica Maria Stella Perrone   ha  aderito con entusiasmo, invitando non solo gli allievi, ma anche i docenti e il personale ATA a non perdere un’occasione di crescita reale, di quelle che vanno colte al volo, per poter entrare a far parte di un bagaglio di esperienze personali da condividere poi con i colleghi tutti.    

Tanti corsi al Cpia di Asti

Al Cpia di Asti sono iniziati i corsi per adulti con diversi corsi triennali, in collaborazione tra CPIA, I.I.S. Penna e I.I.S. Artom. I corsi si svolgono nella sede di Piazza Leonardo da Vinci del CPIA e nelle sedi degli Istituti coinvolti.

I percorsi hanno la durata di tre anni scolastici, al termine dei quali gli iscritti sosterranno l’Esame di Stato e conseguiranno il Diploma di Scuola Secondaria di II grado.

Questa l'offerta formativa: Perito Meccanico Meccatronico e Informatico (con Istituto tecnico Artom), Perito Agrario, Servizi per l'Enogastronomia e l'ospitalità alberghiera (con Istituto tecnico Penna).

I corsi si svolgono dal lunedì al venerdì, al mattino oppure in fascia serale, a partire dalle 18. E' previsto il riconoscimento delle competenze precedentemente acquisite dallo studente. Gli studenti possono personalizzare il percorso di studi secondo le proprie attitudini, per formarsi con fini occupazionali, professionali e personali. Il Diploma consente l'accesso a tutte le facoltà universitarie e alla eventuale professione di insegnante tecnico pratico.

Qui i corsi ai quali è possibile iscriversi

 

Anche un corso di fotografia

Al Cpia anche un corso di fotografia. I dettagli nella locandina

Applausi convinti per il convegno sulla Violenza di Genere

Folta e attenta partecipazione per il convegno organizzato dal Club Soroptimist International di Asti, in collaborazione dell’associazione astigiana Mani Colorate, che si è svolto martedì pomeriggio nell’aula magna del polo Uni-Astiss. 

Sono quasi 140 i partecipanti (insegnanti e professionisti) che hanno ascoltato le “esperienze di campo nell’Astigiano” legate alla percezione del fenomeno della violenza di genere, al riscontro e ai percorsi per la costruzione della cultura del rispetto tra i giovani della nostra città. 

Moderate dalla dirigente del Liceo Vercelli, Cristina Trotta, nel doppio ruolo anche di “padrona di casa” in quanto presidente del Soroptimist astigiano, si sono alternate al microfono Laura Nosenzo, ideatrice del progetto SOS Donna, ormai radicato sul territorio, che “non fornisce ma orienta le vittime di violenza di genere - ha affermato Nosenzo - attraverso i servizi” a disposizione nella situazione locale; la pedagogista e counselor Elisa Lupano, che ha illustrato i risultati dei questionari rivolti agli studenti astigiani sulla reale percezione della gravità del problema della violenza di genere (con esiti confortanti); la ginecologa Daniela Timon, che ha fornito la prospettiva medico-terapeutica di questa emergenza sociale e culturale, e, infine, Francesca Maccario, il legale del Centro antiviolenza Orecchio di Venere, attivo da tempo nella nostra città, che si è soffermata sui risvolti legali della violenza e sulla sua attività di avvocatura nel centro stesso.

É stata altresì l’occasione per osservare la mostra, curata da Mani Colorate e progetto SOS Donna, “Non crederci! Se ti tratta male e poi ti dice: non lo farò più…”, dove grafica a effetto, cifre che mettono a nudo la necessità dell’intervento e della consapevolezza di tutti e frasi, tanto ricorrenti quanto violente, forniscono una chiara comprensione della complessità di questo inveterato problema. 

Il Castigliano partecipa ad Arti e Mercanti e a Moda sotto le stelle

L’ Istituto Castigliano presente a “Moda sotto le stelle” - sabato 23 settembre 2023 Riprende, quest’anno, la fattiva collaborazione tra l’Istituto di istruzione Superiore “Alberto Castigliano” di Asti e l’Ascom Confcommercio, accomunati dalla volontà di promuovere e valorizzare il nostro territorio in nome del Made in Italy, con la partecipazione all’evento “Moda sotto le stelle”, che si svolgerà nella serata di sabato 23 settembre, nella splendida cornice di piazza Medici, a pochi passi dall’Istituto professionale, sotto la Torre Troyana. All’evento parteciperanno tutte le classi di “Moda e Abbigliamento per il Made in Italy” con la presentazione di una selezione di abiti della collezione “Paleofashion, impronte di antichi mari“, con abiti e accessori realizzati nello scorso anno scolastico da studentesse e studenti del corso di Moda, che indosseranno i loro capi, ideati e creati nei laboratori dell’Istituto e ispirati alla collezione di reperti fossili del Museo Paleontologico di Asti .

Per la partecipazione all’evento le studentesse e gli studenti, sono stati coadiuvati dalle insegnanti del corso Moda: Antonella Marietta, Sara Scapparino, Giulia Soragni, Patrizia Dominese e Fabienne Mocci, coordinate dalla professoressa Cinzia Savina. Sfileranno le seguenti studentesse: Giorgia Barison, Giulia Cenicola, Esmeralda Cerminara, Valentina De Luca, Emokrae Gift, Marta Princiotta, Chorouk Rithai, Angela Rivoira, Sonia Schillaci, Asia Scolletta, Andreola Suli.

Gli studenti del corso di Moda saranno anche presenti ad Arti e Mercanti con l’Officina sartoris, rievocazione di una sartoria della fine del tredicesimo secolo, quando nella città di Asti il mercato fiorente dei tessuti provenienti anche da luoghi lontani diede impulso alle attività artigianali.

Gli studenti del corso socio sanitario animeranno la piazza coinvolgendo grandi e piccini con divertenti giochi medievali, realizzati nel Faber Lab dell’Istituto dagli studenti dei corsi meccanici ed elettrici (parvuli fabri), secondo i dettami degli antiqua opificia.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium