/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 16 ottobre 2023, 14:20

Conflitti e crisi economico politiche nel Mediterraneo, passando da Libia e Ucraina: il nuovo libro di Antonio Evangelista

Online e, da fine novembre in libreria, 'Mediterraneo stesso sangue stesso fango'. Il dirigente della polizia di Asti esperto di terrorismo internazionale, torna in libreria

Conflitti e crisi economico politiche nel Mediterraneo, passando da Libia e Ucraina: il nuovo libro di Antonio Evangelista

Un tempismo che è quasi un precorrere l’attuale periodo storico che stiamo tragicamente vivendo: gas, Israele e la crisi attuale, sono solo alcuni degli ingredienti che fanno parte del nuovo libro di del “super poliziotto” in pensione, Antonio Evangelista che, dalle colline astigiane, osserva il mondo con il suo occhio clinico e professionale.

È online e, da fine novembre, in libreria Mediterraneo - stesso sangue stesso fango edizioni Santelli.

L'autore ed esperto

Antonio Evangelista ha un curriculum che racconta un’esperienza mondiale che abbraccia mille orizzonti e un occhio specializzato nel terrorismo internazionale.

Laureato in Giurisprudenza è formato per la conduzione di interviste e interrogatori di delinquenti seriali e mass murders.

Entrato in polizia come ispettore ha, tra le tante esperienze, coordinato la polizia giudiziaria alla Procura di Asti (dove vive), dal 1993 al 1999, successivamente nella carriera di funzionario ricopre incarichi investigativi e si occupa anche di indagini nei Balcani quale comandante Polizia italiana in Kosovo con l’Onu, tra il 2000 e il 2004, investigando crimini di guerra, terrorismo, crimine organizzato, mafie balcaniche e corruzione.

Dal 2010 al 2012 è stato consigliere del ministero dell’Interno e del direttore della polizia della Republika Srpska in Bosnia Erzegovina con la missione della Unione Europea Eupm per il crimine organizzato, la corruzione e il terrorismo.

Ha tenuto corsi e seminari su crimine organizzato e corruzione in Kosovo, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Moldavia e Cina quale membro della delegazione italiana al fianco del prof. Pino Arlacchi. E ancora dirigente Interpol presso il Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia in Roma assegnato alla Giordania e regione circostante come esperto per la sicurezza dal 2015 al 2022.

Esperienze sulle quali ha concentrato altre produzioni letterarie: La torre dei crani, Editori Riuniti 2007 che analizza le mafie albanesi kosovare; Madrasse - Piccoli martiri crescono tra Balcani ed Europa E.R. University press, 2009 che narra del terrorismo religioso nei Balcani e in Europa; Califfato d’Europa Iris Ed. 2016 che narra dei retroscena dell’assedio di Sarajevo e dei crimini dei paramilitari operativi in Bosnia Erzegovina.

Il nuovo quarto libro

Una scrittura analitica e profonda che nasce da una vera conoscenza dei diversi mondi, diverse culture, diversi pensieri; racconti affascinanti che permettono di scoprire realtà e misteri sconosciuti ai più.

Il nuovo libro si concentra nei paesi del Mediterrano e non trascura nulla.

È una disamina dei principali conflitti e delle crisi economiche e politiche nei Paesi del Mediterraneo dal Libano del 1982 all’Ucraina odierna passando da Balcani, Libia e Siria non disgiunta dalla rivisitazione di morti ‘eccellenti e non’ come Enrico Mattei, Giulio Regeni e l’ambasciatore russo in Turchia Andrei Karlov”, spiega Evangelista con precisione.

E sottolinea: “Si tratta di eventi criminali rispetto ai quali il Mare Nostrum diventa scena del crimine. Per scoprire dalla comparazione criminalistica che tali e tante scene del crimine di eventi distanti nel tempo e nello spazio hanno in comune modus operandi, movente e Paesi occidentali coinvolti come ‘capo banda’ o gregari o ‘servi muti’… tutti impegnati nell’invasione di altri Stati per usurparne le risorse o ostacolarne le strategie energetiche, invocando il vecchio slogan dell’esportazione della democrazia”.

L’Italia è al centro di questo scenario, in quanto naturale snodo mediterraneo della rete dei gasdotti.

Ecco spiegata la semina del dissenso e delle proteste negli Stati presi di mira con sapienti strategie di marketing 'democratico' per manipolare il dissenso di vari paesi e strumentalizzarlo fino a creare crisi civili, colpi di stato e financo guerre fratricide. Spesso arruolando terrorismo, crimine organizzato e mercenari per il lavoro sporco”, rincara la dose Evangelista che rimarca: “Destabilizzare per occupare, per sottomettere e sfruttare, a ogni costo”.


Mediterraneo, stesso sangue stesso fango, chiude il cerchio narrativo di Antonio Evangelista partito da mafie e crimini balcanici, terrorismo confessionale, mercenari al soldo di potenti celebrati come salvatori di popoli.

Il libro contiene documenti originali a riscontro delle analisi e osservazioni.

Come ordinare il libro

È possibile ordinare il libro, che sarà in libreria a fine novembre, anche online dove è già disponibile. QUI il link.

L’introduzione è affidata a Nicolai Lilin, scrittore russo, naturalizzato italiano, autore di Educazione siberiana.

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium