/ Politica

Politica | 28 novembre 2023, 17:54

Il professor Giorgio Barberis tornerà a Nizza per un'altra lectio magistralis promossa da Politeia

Dopo la grande partecipazione di pubblico al primo incontro sulle principali dottrine politiche contemporanee, proseguono gli incontri con il docente

La precedente conferenza, la prima del ciclo, del professor Barberis

La precedente conferenza, la prima del ciclo, del professor Barberis

All'ultima, in realtà prima conferenza, il professor Barberis diede una lezione incredibilmente coinvolgente sulle dottrine politiche contemporanee. Il primo incontrò parlò di Liberalismo e Socialismo e riscosse un grande successo con il pubblico nicese che riempì la sala della biblioteca.

Per ripetere il grande evento ci si era ripromessi di ospitare nuovamente il professore, che nell'anno a venire diverrà direttore del dipartimento dell'Università di Alessandria, e così è stato. Promosso dal Circolo Politico Culturale Politeia in collaborazione con l'Assessorato alla Coltura del Comune di Nizza, dopo Liberalismo e Socialismo trattato nel precedente incontro, giovedì 30 novembre verrà affrontato il tema dell'anarchismo, "un'idea "esagerata" di liberta: una analisi storica e teorica del pensiero anarchico".

L'incontro pubblico con il prof. Giorgio Barberis, docente di Storia delle dottrine politiche presso l'Università del Piemonte Orientale, avrà luogo giovedì 30 novembre alle 21 presso la Biblioteca Comunale.

NeBa


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium