/ Sanità

Sanità | 06 febbraio 2024, 07:20

Anche 17 farmacie astigiane parteciperanno alla GRF - Giornata di Raccolta del Farmaco

Evento solidale che, da quest'oggi a lunedì 12, coinvolgerà oltre 19.000 farmacisti in tutta Italia

Anche 17 farmacie astigiane parteciperanno alla GRF - Giornata di Raccolta del Farmaco

Anche quest'anno, si rinnova l’appuntamento con la Giornata di Raccolta del Farmaco (GRF), evento di rilevanza nazionale che si svilupperà per un'intera settimana, precisamente da quest’oggi (martedì 6) a lunedì 12 febbraio.

La GRF gode del patrocinio di istituzioni di alto livello, come l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e l'AIFA, e opera in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Egualia – Industrie Farmaci Accessibili. Intesa Sanpaolo si conferma Partner Istituzionale dell'iniziativa. Contribuiscono in modo significativo al successo della GRF aziende di rilievo come IBSA Italy, Teva Italia, EG Stada Group e DHL Supply Chain Italia, insieme al supporto di DOC Generici, Accord Healthcare, Piam Farmaceutici, Zentiva Italia e Zuccari.

La settimana di raccolta farmaci coinvolgerà più di 5.600 farmacie distribuite in tutta Italia, le quali aderiranno all'iniziativa esponendo la locandina dell'evento (l'elenco completo delle farmacie partecipanti in provincia di Asti è consultabile su https://www.bancofarmaceutico.org/chi-siamo/farmacie/asti).

Quest'importante manifestazione è resa possibile grazie al contributo di oltre 19.000 farmacisti (titolari e non) che non solo ospitano la GRF ma la sostengono anche con erogazioni liberali. Anche quest'anno, più di 25.000 volontari parteciperanno attivamente all'iniziativa.

Il cuore di questa iniziativa è però la generosità dei cittadini, chiamati a donare uno o più medicinali da banco per coloro che si trovano in situazioni di bisogno. Nel 2023, la GRF ha raccolto 598.178 confezioni di farmaci, con un valore complessivo di 5.010.685 euro.

Queste preziose risorse saranno distribuite a 1.900 realtà benefiche, che offrono cure e medicine gratuite a oltre 427.000 persone in condizioni di povertà sanitaria. Il fabbisogno segnalato a Banco Farmaceutico da queste realtà supera il milione di confezioni di medicinali.

Si richiedono soprattutto antinfluenzali e medicinali pediatrici, antifebbrili, analgesici, preparati per la tosse e per i disturbi gastrointestinali, farmaci per i dolori articolari e muscolari, antistaminici, disinfettanti, vitamine e sali minerali.

Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico Ets, sottolinea l'importanza di donare un farmaco, definendolo un gesto semplice ma determinante per la salute di chi non può permetterselo. 

Il presidente di Federfarma nazionale, Marco Cossolo, ribadisce invece l'impegno della farmacia nella responsabilità sociale, evidenziando la sensibilità dei farmacisti alle disuguaglianze sanitarie presenti nel Paese.

La FOFI (Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani) si unisce al sostegno di Banco Farmaceutico, ringraziando i colleghi per la partecipazione numerosa, simbolo della sensibilità e attenzione della categoria verso le comunità e i più vulnerabili.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium