/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 07 febbraio 2024, 12:09

Asp "rivoluziona" i servizi di igiene urbana nella provincia di Asti e cambia i partner

Dopo 4 anni di proroghe si unificano i paesi della provincia inserendo anche la raccolta del vetro. Investiti più di 5 milioni

MerfePhoto

MerfePhoto

Rivoluzione in Asp per i servizi di igiene urbana, cambio di partner e un investimento tra i cinque e sei milioni di euro. Lavoro garantito per tutti i dipendenti e la volontà che il cambio di rotta sia percepito dai cittadini.

Questa mattina, con una conferenza stampa è stato annunciato il nuovo assetto che garantirà un servizio migliore nell'ampio settore di igiene urbana.

Le suddivisioni e i partner

Se Asti città sarà in capo ad Asp i 114 Comuni che fanno parte di Cbra (Consorzio Bacino dell'Astigiano), faranno capo ad ATI, sinergia tra Asp e la piemontese San Germano, società del Gruppo Iren che svolge servizi di raccolta rifiuti, spazzamento e gestione Centri di Raccolta per 5 regioni: Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte e Sardegna.

Il Comune di Asti, pur consorziato è assoggettato ad autonoma regolamentazione contrattuale, mentre i comuni di Moncucco, Moncalvo e Mombaldone, non fanno parte di Cbra.

Importo base della gara 30 milioni

Prima dell'aggiudicazione - con importo base di oltre 30 milioni di euro - il territorio, dal punto di vista dei servizi era diviso in tre zone: Asti centro, Asti nord e Asti sud. La zona nord gestita da Agesp (52 comuni), Asti centro da Asp e la sud con 62 comuni gestita da Ati i cui partner erano Asp, Egea Ambiente, Torchio, Tekno service.

La durata dell'accordo che riguarda 114 comuni e circa 135mila residenti, sarà di due anni più 12 mesi di rinnovo più sei mesi di proroga e il personale vedrà 100 risorse umane di cui 30 già in forza al cantiere Asp. 75 i mezzi dedicati di cui 24 ibridi, 2 a metano e 4 elettrici. 

Attenzione a turisti e operatori turistici

Rimarca Enrico Iannone, ad di San Germano: "Abbiamo lavorato molto e fatto tanti sopralluoghi. Questo ha portato a progettare una gara che ci ha visti vincitori con il nostro progetto che dà una grande attenzione a tutti i comuni e avrà particolare focus su turisti e operatori turistici dando spinta verso azioni virtuose come il compostaggio domestico e la riduzione rifiuti. Chi vorrà avere la compostiera potrà richiederla e saranno favoriti i centri del riuso. Al centro della nostra attenzione anche la tutela dell'occupazione e con il subentro di San Germano si garantisce il lavoro per tutti".

Nei Comuni arriva il porta a porta

Luigi Giacomini, assessore all'Ambiente e anche presidente di Cbra ricorda: "Dopo 4 anni di proroghe si è deciso di unificare Asti centro, Asti sud e Asti nord e inserendo anche la raccolta del vetro. Nei comuni mettiamo il porta a porta. Si partirà a breve".

Giuseppe Cagliero, ad di Asp spiega: "Non era scontato che Asp e ATI vincessero la commessa, ha aiutato la partnership con San germano che fa parte del gruppo Iren e ha una grande esperienza".

Asp in crescita... "Nessuno spezzatino"

Soddisfazione da parte dei vertici astigiani di Asp e Comune. Ricorda il presidente Fabrizio Imerito: "Asp ha investito sul territorio e garantito l'occupazione. Il progetto tecnico era molto accattivante. La svolta deve essere percepita soprattutto dai cittadini; andiamo nella direzione di avere un'azienda sempre più efficiente".

I complimenti dal sindaco Maurizio Rasero e dal consigliere delegato alle Partecipate Renato Berzano: "La nostra  municipalizzata non è solo un'azienda importante ma sa stare a dovere sul mercato ed è competitiva per crescere in futuro e offrire sempre maggiori servizi.
Grazie ai soci che ci hanno consentito di mettere le basi a uno sviluppo".

Sottolinea Berzano: la prova che non abbiamo mai voluto fare nessuno spezzatino. Abbiamo lavorato per dare una prospettiva all'azienda".

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium