/ Attualità

Attualità | 12 febbraio 2024, 09:30

La Asti - Moncalvo è costellata di buche dopo le piogge, automobilisti infuriati

Tante le auto con gomme a terra in attesa del soccorso stradale. Giroldo: "Abbiamo sollecitato un intervento urgente dell'Anas". A chi si mette in viaggio si raccomanda la massima prudenza

Una foto postata sui social che documenta le buche che si sono aperte sul fondo stradale

Una foto postata sui social che documenta le buche che si sono aperte sul fondo stradale

E' un vero e proprio campo minato per gli pneumatici della auto la sp 457 che da Asti va verso Casale e Vercelli, passando per i comuni di Castell'Alfero, Calliano e Moncalvo. 

Colpa della piogge dei giorni scorsi, che in molti punti hanno fatto sprofondare l'asfalto anche di parecchi centimetri andando a creare delle vere e proprie voragini sulla sede stradale. Oltre ad essere un pericolo per la circolazione stradale, a farne le spese, purtroppo, sono state le ruote dei veicoli di passaggio. Nella giornata di ieri, soprattutto sul tratto tra Calliano e Moncalvo e tra il paese aleramico e Pontestura erano tantissime le macchine a bordo strada con le gomme a terra in attesa del soccorso stradale.

La rabbia degli automobilisti, così come le reazioni sui social, non si è fatta attendere: " questo è il “regalo” di San Valentino ricevuto dai manutentori del manto stradale" scrive un utente postando la foto della gomma a terra. "Già una volta è stata avvertita l'Anas per ricoprire le buche ma evidentemente è intervenuta in modo superficiale".

Un imprevisto che ha sfiorato anche il vicesindaco di Moncalvo, Andrea Giroldo, che ha rischiato di forare sulla strada verso Vercelli. "Ho rischiato il cerchio poco fa - afferma - l'Amministrazione Comunale di Moncalvo ha fatto già una pec urgente all'Anas per sollecitare un intervento immediato".

Anche il sindaco di Nizza e consigliere provinciale con delega alla viabilità, Simone Nosenzo, conferma: "La manutenzione della strada spetta ad Anas. Come amministrazione provinciale stiamo sollecitando quanto prima un intervento".  

In attesa dell'intervento, il consiglio a tutti quelli che devono mettersi in viaggio è di prestare la massima attenzione al fondo stradale. 

Alessandro Franco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium