/ Attualità

Attualità | 22 febbraio 2024, 17:21

Sottoscritto in Prefettura l’addendum al “Protocollo d’intesa per attività in favore di richiedenti asilo affetti da disagio psichico”

La stipula dell’Addendum ha consentito di estendere l’adesione all’accordo ad altri due enti del territorio: il Comitato provinciale della Croce Rossa Italiana e la Fenice Cooperativa Sociale ETS

Sottoscritto in Prefettura l’addendum al  “Protocollo d’intesa per attività in favore di richiedenti asilo affetti da disagio psichico”

É stato sottoscritto stamane, presso il Palazzo del Governo, un Addendum al Protocollo d’intesa per attività in favore di richiedenti asilo affetti da disagio psichico siglato lo scorso anno tra la Prefettura di Asti – Ufficio territoriale del Governo, l’Azienda ASL-AT e gli Enti gestori dei centri di accoglienza straordinaria per richiedenti asilo siti sul territorio astigiano.

La stipula dell’Addendum ha consentito di estendere l’adesione all’accordo ad altri due enti del territorio: il Comitato provinciale della Croce Rossa Italiana, che gestisce una struttura a Castello d’Annone, e la Fenice Cooperativa Sociale ETS, che ha recentemente aperto un centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati a Castagnole Monferrato.

Il documento è stato sottoscritto dal Prefetto Claudio Ventrice, dal Direttore generale dell’ASL-AT Francesco Arena, dalla responsabile del centro di accoglienza di Castello d’Annone Giuseppina Arduino e dal legale rappresentante della Fenice Cooperativa Sociale ETS Stefano Rigoli.

Nell’occasione, il Prefetto Claudio Ventrice, nel ripercorrere le motivazioni che lo avevano indotto a promuovere, lo scorso anno, questa innovativa iniziativa progettuale, si è detto certo che l’adesione dei due nuovi sottoscrittori non potrà che agevolare il perseguimento delle finalità dell’atto pattizio, rafforzando le sinergie già attivate e promuovendo azioni concrete per una tempestiva individuazione delle forme di disagio psicologico e/o di eventuali patologie di carattere psichiatrico che possano affliggere i richiedenti asilo ospiti nei centri di accoglienza del territorio.

A seguire, il Prefetto ha presieduto una riunione anche con i responsabili di B.M.A., Caritas, Codeal, L’elica, Oltremare, Piam e Sanitalia, già sottoscrittori del patto, al fine di verificare lo stato di attuazione dell’accordo, in modo da individuare eventuali criticità e valutare possibili interventi correttivi.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium