/ Cronaca

Cronaca | 15 aprile 2024, 15:47

Il Comandante interregionale dei Carabinieri saluta i militari del Comando Provinciale di Asti [FOTO]

Gino Micale si accomiata dopo quasi cinquant'anni di servizio "La cosa più importante e più bella sono state e sono le relazioni personali"

Alcuni momenti della visita ad Asti

Alcuni momenti della visita ad Asti

Il Generale di Corpo d’Armata Gino Micale, già Comandante della Legione Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta, sta proseguendo il suo tour di saluti di commiato dopo quasi cinquant’anni di servizio. L’alto ufficiale, accompagnato dal Comandante della Legione, Generale di Brigata Antonio di Stasio, è stato ricevuto dal Comandante Provinciale Colonnello Paolo Lando, nonché da una folta rappresentanza di militari del Comando Provinciale, dei reparti speciali, dei comandi Stazione del territorio e dell’Associazione Nazionale Carabinieri. 

Nel rivolgersi ai militari presenti, e nel prendere commiato da loro dopo il suo “lungo viaggio” (quasi 50 anni di servizio essendosi arruolato il 29 settembre 1974), il Generale Micale ha voluto sottolineare il valore aggiunto dei rapporti umani instaurati nel tempo: “la cosa più importante e più bella sono state e sono le relazioni personali. Queste rappresentano il grande valore di questa grande esperienza. L’Arma è una grande famiglia e siccome i valori personali sono la cosa più importante, vanno creati, tenuti e alimentati con i più buoni sentimenti".

Nel lunghissimo curriculum del Gen. Micale, precedentemente alla carica di Comandante Interregionale - organo che sovrintende a tutte le attività dell’Arma nelle Regioni Liguria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta -, spiccano i tre anni quale Addetto per la Difesa e Consigliere Militare presso la Rappresentanza Permanente d’Italia all’ONU a New York, gli incarichi di Comandante della Legione Piemonte e Valle d’Aosta nonchè di Comandante Provinciale di Genova.

Il Colonnello Lando, nel ringraziarlo per la costante presenza e la particolare attenzione che ha riservato a tutti gli uomini del Comando Provinciale di Asti nel corso degli anni trascorsi in Piemonte, ha voluto rivolgergli, a nome di tutti, un sincero augurio per una “nuova vita” che sicuramente sarà altrettanto ricca di soddisfazioni personali nella certezza che, pur lasciando il servizio attivo, gli alamari d’argento che ha orgogliosamente portato sia in Italia che all’estero nei numerosi incarichi che lo hanno visto protagonista, gli resteranno sempre cuciti sulla pelle. 

Dopo l’incontro con i militari di Asti, il Generale Micale si è recato, in forma privata, al Santuario di Incisa Scapaccino dove ha assistito ad una funzione religiosa celebrata da Don Giacchero, sincero amico e già collega del Generale, per un ultimo omaggio alla Virgo Fidelis cui è intitolato lo stesso (patrona dell’Arma e da Lui inaugurato nel 2015 quando era comandante della Legione Piemonte).

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium