/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 19 aprile 2024, 07:20

Patto tra Agriturist (Confagricoltura) e Federazione Ciclistica Italiana insieme per promuovere il cicloturismo e le aree rurali

L'accordo guarda a un mercato turistico in costante crescita che, nel 2023, ha fatto registrare quasi 57 milioni di presenze

Patto tra Agriturist (Confagricoltura) e Federazione Ciclistica Italiana insieme per promuovere il cicloturismo e le aree rurali

Oggi la vacanza nelle aziende agricole è diffusa su tutto il territorio e favorisce una maggiore conoscenza del settore primario e dei suoi prodotti. La collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana costituisce un notevole volàno per l’ospitalità nelle aziende agricole e contribuisce a rivitalizzare, anche dal punto di vista economico, le aree rurali e i borghi”. Lo ha affermato Lorenzo Morandi, presidente di Agriturist Piemonte, commentando l’accordo siglato con la Federazione Ciclistica Italiana (FCI).

L’intesa con Agriturist nasce dalla convinzione che la bicicletta e il ciclismo siano leve straordinarie in grado di valorizzare le eccellenze del nostro Paese. La Federazione crede fermamente in questa missione, in grado di rafforzare il valore sociale del nostro sport creando ricchezza sostenibile. Ringrazio Confagricoltura e Agriturist per l’opportunità offerta e auspico che il Piemonte, così come la Regione Marche possa far parte del progetto Bike Hospitality, diffondendo sul territorio regionale una nuova cultura green e più sostenibile”. Lo ha messo in evidenza il presidente FCI, Cordiano Dagnoni, siglando l’intesa con l’associazione che riunisce gli agriturismi di Confagricoltura.

La collaborazione nata tra Federazione Ciclistica Italiana e Agriturist, Associazione Nazionale per l'Agriturismo, Ambiente il Territorio di Confagricoltura ha l’obiettivo di sviluppare e integrare il progetto promosso dalla FCI, “Bike Hospitality”, con le strutture associate ad Agriturist, per arricchire la mobilità sostenibile ed il turismo in bicicletta, con ulteriori servizi destinati agli utenti delle due ruote, riconosciuti e qualificati dalla Federazione Ciclistica Italiana.

“I nostri agriturismi costituiscono il punto d’appoggio naturale per i cicloturisti, che troveranno, oltre all’accoglienza e ai prodotti enogastronomici, assistenza e consigli di viaggio. Siamo convinti – ha sottolineato Morandi - di riuscire a mettere in luce ancor di più la nostra attività attraverso il circuito Bike Hospitality, grazie alla cui applicazione e sito potranno essere valorizzate le nostre aziende associate, incontrate su percorsi ciclistici dedicati”.  

La popolazione dei cicloturisti aumenta ogni anno: nel 2023 hanno raggiunto quasi 57 milioni di presenze. L’intesa fra Agriturist e FCI mette in cantiere convegni, seminari, la creazione di strade ciclistiche, in grado di collegare le circa 6.000 aziende aderenti all’associazione che riunisce gli agriturismi di Confagricoltura, insieme ad apposite manifestazioni agonistiche o cicloturistiche.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium