/ Cronaca

Cronaca | 09 maggio 2024, 18:36

Perseguita i vicini di casa per 4 anni con molestie e insulti: viene condannata per stalking ma resta a vivere di fianco a loro

La Procura di Asti ha condannato la donna a 8 mesi e al rimborso delle spese legali. Ma ora la famiglia ha paura. L'avvocato della famiglia è l'astigiano Jacopo Zappa

Perseguita i vicini di casa per 4 anni con molestie e insulti: viene condannata per stalking ma resta a vivere di fianco a loro

Una vicenda che ha del surreale e potrebbe essere un'ottima base per un thriller psicologico. Si svolge nella piccola Cortemilia in provincia di Cuneo, paese di poco più di duemila abitanti, dove una famiglia decide di andare a vivere e acquista una porzione di cascina, un posto ideale dove trovare pace e tranquillità.

Papà, mamma e due figlie minorenni pensano di trovare un'oasi di tranquillità dove svolgere la loro quotidianità, ma per loro si spalancano le porte di un inferno costante. 

Insulti in piena notte, un trombone e un incendio

La loro vicina da subito inizia a molestarli in ogni modo: insulti ad ogni ora del giorno e della notte, grida dalla finestra, addirittura arriva a suonare il trombone in piena notte. Una notte durante una festa "alcolica" con un falò appicca un incendio. Ma le feste venivano organizzate sovente: tre o quattro volte la settimana, dove la donna, sotto l'effetto dell'alcol, come emerge dagli atti, non smetteva di insolentire la famiglia vicina.

Le due cascine erano separate da una siepe ma l'imputata ha reciso la siepe, allora la famiglia ha eretto un muro a sue spese, tentando invano di chiedere alla vicina di compartecipare; proposta decisamente rifiutata. Insieme al muro la famiglia decide di installare un sistema di videosorveglianza e la donna, pensando di essere spiata ha avuto reazioni spropositate come emerge dagli atti.

La madre di famiglia in diverse occasioni era stata costretta a chiamare le forze dell'ordine perché la vicina aveva esagerato con le minacce. La donna era arrivata a urlarle : "Le tue figlie sono delle *** le tieni in casa e non le fai andare a scuola *** di ***. Procuratevi un bodyguard perché sta per succedere qualcosa". Una situazione terribile che ha innescato nelle due ragazzine e negli adulti, uno stato di profondo stress e paura.

Molestie costanti e brutali

Il legale della famiglia è l'avvocato Jacopo Zappa che conferma la gravità delle molestie e riferisce che, esausti, i  suoi clienti hanno deciso di denunciare la vicina. La Procura di Asti ha avviato le indagini e sottoposto la donna a misura cautelare, con il divieto di avvicinamento alla famiglia e l'obbligo di mantenimento della distanza da loro di 500 metri. Quindi a dicembre lei si è trovata a non poter entrare in casa. Una situazione delicata.

La famiglia perseguitata ha consegnato ai carabinieri in fase di denuncia anche una chiavetta con una ventina di registrazioni audio e video da cui emergono insulti terribili e davvero pesanti. Non ci sono testimoni, perché le due cascine sono isolate. 

Ma le cose si complicano con il processo e la relativa condanna per stalking. La donna ha optato per il giudizio abbreviato ed è stata condannata a 8 mesi, a fronte dei due anni chiesti dal pm. Davide Greco e ad una provvisionale con il rimborso delle spese.

La donna è quindi tornata a vivere a casa sua, a fianco della famiglia che ha molestato, che ora è davvero preoccupata su quello che potrà capitare e il legale valuterà sulle prossime mosse.

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium