/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 28 maggio 2024, 09:54

Tutto pronto per Passepartout: la rassegna letteraria partirà in programma da domenica 2 a sabato 8 giugno

Tra gli ospiti più attesi Alberto Angela, Maurizio Molinari, Carlo Bartoli e Piero Bianucci

Tutto pronto per Passepartout: la rassegna letteraria partirà in programma da domenica 2  a sabato 8 giugno

Passepartout, il festival culturale della Città di Asti, alla ventunesima edizione offre un ricco programma che tocca come sempre i temi più vari, dalla geopolitica alla storia, passando per economia, società, ambiente, musica, fotografia, arte e letteratura. Si svolgerà da domenica 2 a sabato 8 giugno, organizzato dalla Biblioteca Astense Giorgio Faletti con la Città di Asti e la Regione Piemonte.

Passepartout 2024 affronta i grandi temi del presente. È dedicato ai limiti che ci assediano: a quelli che ci danno sofferenza o timore e a quelli che ci fanno sperare.

Limes in latino è il confine. Per i confini si stanno combattendo due guerre feroci che minacciano catastrofi più vaste. Ritorneranno al festival, in serate diverse, due protagonisti del giornalismo: Gabriella Simoni e Maurizio Molinari.

Limes significa anche sentiero, evoca la montagna, i limiti superati per conquistarne le cime, i limiti che dobbiamo imporci per non sfidarne i pericoli, più frequenti e più gravi per le mutazioni del clima. Ne parleranno lo scrittore alpinista Enrico Camanni e François Cazzanelli, guida del Cervino, conquistatore dell’Everest e di altri 8 mila metri.

Limiti dovremmo osservare nel restauro dei tesori d’arte, per non fare danni.  Ricorriamo all’esperienza maturata sul territorio come soprintendenti da Luisa Papotti, Presidente del Museo del Risorgimento, e Alessandra Vittorini, Direttrice della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali. Limiti rischia la libertà di stampa: Carlo Bartoli, presidente dell’Ordine dei giornalisti, dialoga con Vladimiro Zagrebelsky, ex giudice della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Non ha più limiti (e forse dovrebbe imporsene) la televisione, che in Italia ha compiuto settant’anni? Risponde lo storico e critico televisivo Aldo Grasso.

Sembrava che tv e social media avrebbero limitato l’uso della radio. Invece, a cent’anni dalla sua nascita in Italia, appare in rilancio. Passepartout ha scelto due protagonisti: Massimo Cotto e Carlo Massarini.

Con le nuove tecnologie non conoscono limiti le invenzioni. E la creatività umana ha trovato limiti o nuove possibilità nell’era tecnologica?  Se ne parla con Annamaria Testa, protagonista della pubblicità. 

Quali confini di etica e diritto ha i l’intelligenza artificiale?  A parlarne sarà una giurista specialista del campo, Francesca Lagioia.

Dei confini etici e giuridici davanti ai progressi della ricerca biologica potremo ascoltare la biologa Elena Cattaneo, senatrice a vita e parleremo della dignità degli esseri umani (dalla dichiarazione Dignitas Infinita del Dicastero per la dottrina della fede) con Alberto Melloni.

Due generazioni di architetti italiani al lavoro nel mondo, Renzo Piano e Carlo Ratti, a confronto sul futuro delle città, delle periferie (e del loro mestiere). Sarà presente Carlo Piano che con il padre Renzo condivide idee e progetti.

Il Metaverso e i suoi usi e abusi saranno i temi dello scrittore e giornalista scientifico Piero Bianucci e dell’imprenditore e scrittore informatico Stefano Quintarelli.

Sulle nuove frontiere della divulgazione scientifica e artistica dialogheranno il giornalista scrittore Alberto Angela e l’ex ministro della Pubblica istruzione Francesco Profumo, in una serata dedicata alla memoria di Piero Angela, indimenticabile amico di Passepartout.

Il programma

Domenica 2 giugno

Ore 11 Palco 19

Maurizio Molinari 

Nuovi confini estremi” 

Ore 18 Cortile della Biblioteca

Carlo Bartoli e Vladimiro Zagrebelsky

Chi ha paura della libertà di stampa?”

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Francesca Lagioia 

Intelligenza artificiale: quale futuro?”

Lunedì 3 giugno

Ore 18 Palco 19

Luisa Papotti e Alessandra Vittorini

Conservare il passato, conservare il futuro”

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Andrea Malaguti

Le fake news e l’Europa”

Martedì 4 giugno

Ore 18 Cortile della Biblioteca

Enrico Camanni e François Cazzanelli

Sfida continua sulle grandi montagne" 

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Gabriella Simoni

Quando scoppierà la pace”

Mercoledì 5 giugno

Ore 18 Cortile della Biblioteca

Piero Bianucci e Stefano Quintarelli

Metaverso o Metàfuffa?”

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Aldo Grasso

La verità vi prego su 70 anni di tv”

Giovedì 6 giugno

Ore 18 Palco 19

Carlo Piano e Sarah Robinson

Viaggi d’architettura”

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Massimo Cotto e Carlo Massarini

Radio: libera veramente?”

Venerdì 7 giugno

Ore 18 Cortile della Biblioteca

Annamaria Testa 

Il gioco infinito della creatività”

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Alberto Melloni

Gli orizzonti della fede alle prove della storia”

Sabato 8 giugno 

Ore 11 Palco 19

Carlo Ratti e Roberto Guillermo Kolter

Se i microbi ci insegnano come cambiare la città

Ore 18 Palco 19

Elena Cattaneo

Armati di scienza per il futuro del mondo”

Ore 21 Cortile della Biblioteca

Alberto Angela e Francesco Profumo

Seminare cultura, la nuova frontiera”

Ad aprire gli appuntamenti una selezione di letture a cura dell’attrice Ileana Spalla.

Salvo diverse indicazioni, gli incontri si terranno nel cortile della Biblioteca Astense Giorgio Faletti, con ingresso da via Carducci 64, e saranno introdotti da Roberta Bellesini Faletti, presidente della Biblioteca.

In caso di maltempo gli incontri previsti in cortile si terranno al Palco 19, in via Ospedale 19 (a pochi passi da Piazza Alfieri)

Tutti gli incontri sono a ingresso libero, tranne quello con Alberto Angela e Francesco Profumo di sabato 8 giugno che sarà esclusivamente su prenotazione, da effettuarsi su https://passepartout2024.eventbrite.it a partire dalle ore 12 di martedì 28 maggio. Ogni utente potrà prenotare massimo 2 ingressi. Sarà necessario stampare e portare con sé i biglietti. I posti non sono numerati Per chi non potesse effettuare la prenotazione da remoto, sarà disponibile un numero limitato di posti prenotabili direttamente alla Biblioteca, sempre a partire dalle 12 di martedì 28 maggio, con un massimo di due per utente. Non sono valide prenotazioni via email, telefono o messaggi social/Whatsapp.

Gli incontri verranno trasmessi in streaming sulla pagina Facebook del festival, e successivamente saranno disponibili sul canale YouTube di Passepartout. 

Le iniziative collaterali

Passepartout incontra: Ileana Spalla e i corsisti della Casa del Teatro 3 proporranno un invito teatrale al Festival in circoli, centri culturali e luoghi di ritrovo con lo scopo di incuriosire pubblici non abituali e favorirne la partecipazione.

Passepartout sarà anche a Fuoriluogo dal 15 maggio a fine festival con la mostra fotografica “Anno dopo anno – Parole in forma di ritratti”, dedicata alla storia del festival e curata da Franco Rabino, visitabile negli orari di apertura dello spazio.

Maggiori dettagli e aggiornamenti su www.passepartoutfestival.it e su www.facebook.com/PassepartoutFestival , www.instagram.com/passepartout_festival .

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium