/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2024, 14:20

La fase metereologica che si trascina con forti piogge ormai da mesi mette in allarme gli Agricoltori Autonomi Italiani

Nel frattempo l'Associazione insiste per il riconoscimento dei costi di produzione

La fase metereologica che si trascina con forti piogge ormai da mesi mette in allarme gli Agricoltori Autonomi Italiani

 La situazione meteo, che si trascina ormai dal mese di marzo con frequenti e forti piogge, ha messo a dura prova l'agricoltura. L'ultimo episodio, con il forte nubifragio che si è scatenato ieri pomeriggio (leggi qui) e ha colpito duramente tra Asti e Alessandria, ha messo in allarme gli Agricoltori Autonomi Italiani, protagonisti della protesta dei trattori lo scorso febbraio.  

"Il terribile temporale di ieri nell'Alessandrino ha messo ulteriormente in difficoltà gli agricoltori che devono fare già i conti con un'annata molto difficile, fatta di raccolti inferiori al previsto e costi (per trattamenti e aumenti dei costi) ulteriormente cresciuti. Molte aziende sono in difficoltà". Così il presidente dell'Associazione Agricoltori Autonomi Italiani, Gabriele Ponzano, commentando la grandinata a Quattordio e Felizzano e il fortissimo acquazzone sulla pianura alessandrina.

"Il neo assessore regionale all'agricoltura, Paolo Bongioanni, ha già dato disponibilità ad incontrarci - prosegue Ponzano - mentre era già in programma di andare a Roma per vedere il sottosegretario all'agricoltura, Patrizio La Pietra per consegnargli un documento redatto insieme ad altre associazioni autonome sulle richieste del mondo contadino e zootecnico. Tra i punti su cui ci siamo sempre battuti e su cui adesso anche le altre associazioni insistono: il riconoscimento del costo di produzione".

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium