/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2019, 07:00

Speciale AstiMusica: cinque domande a Tempestuous Sea, opening for Morgan & Andy dei Bluvertigo con Massimo Cotto

Giovane band metal tutta al maschile in apertura a Morgan & Andy

Speciale AstiMusica: cinque domande a Tempestuous Sea, opening for Morgan & Andy dei Bluvertigo con Massimo Cotto

Abbiamo chiacchierato con Tempestuous Sea, giovane band astigiana che, con il suo metal, è tra i vincitori del contest SonAsti. La band, tutta al maschile, è formata da Luca Piano (chitarra e voce), Stefano Valpreda (chitarra), Marco Pedrolo (basso), Gianluca Cognolato (batteria). Tutti musicisti provenienti da altre esperienze sonore, mescolano il melodico all'heavy, per arrivare a un progetto musicale originale rivolto a un pubblico eterogeneo. 

Tempestuous Sea, con il vostro metal siete tra i vincitori del contest SonAsti. Risultato nelle vostre aspettative o totale sorpresa?

Onestamente siamo rimasti alquanto sorpresi nel leggere il nostro nome tra la rosa dei vincitori, quasi increduli. Nonostante fossimo consapevoli di tutto l'impegno dei mesi precedenti alla serata al Diavolo Rosso, non ci aspettavamo questo apprezzamento da parte di giuria e pubblico.

Siete una band tutta al maschile: che rapporto c’è tra di voi? 

Arriviamo tutti dallo stesso paesino di provincia e ci conosciamo da quando abbiamo memoria. Sicuramente questo permette di non avere troppe inibizioni nel parlare di qualsiasi aspetto rivolto alla band, sia nel bene che nel male. Dunque ci lega un rapporto di amicizia, ma anche di profondo rispetto per la volontà e le idee che ciascuno di noi ha. 

Il vostro genere è particolare, con diverse influenze, molto eterogeneo. Un po’ come il vostro nome, siete una ‘tempesta’… sonora? 

Il nome della band sta proprio a indicare la varietà di generi e concept da cui abbiamo preso ispirazione. Cerchiamo di ricreare - sia con il sound che con i testi - dei veri e propri ambienti musicali in cui dare spazio a ciò che abbiamo da dire. Siamo principalmente di stampo metal (death,core) ovviamente, ma non per questo ci imponiamo dei dogmi musicali. Riusciamo comunque a spaziare in tantissimi generi, mantenendo sempre una certa coerenza armonica.

Quando, come e perché è nato il progetto Tempestuous Sea? 

Ci siamo formati nelle prime settimane del 2019, spinti dalla nostra passione per la musica e dalla voglia di sperimentare. Più volte in passato ci siamo trovati a suonare insieme per i più svariati motivi, ma mai con intesa e dedizione come in questo caso.

Aprirete a Morgan & Andy dei Bluvertigo con Massimo Cotto. Cosa vi aspettate da questa serata? 

Ci aspettiamo una grande serata, un grande pubblico che possa dare vita a uno show di cui ci si possa ricordare nel migliore dei modi. Per noi è chiaramente un onore condividere lo stesso palco con artisti di questo calibro. Daremo il cento per cento per poter, nel nostro piccolo, regalare a tutti una bellissima serata ed esperienza.

Morgan & Andy Bluvertigo con Massimo Cotto

Uno spettacolo in tre tempi ideato appositamente per Astimusica e condotto da Massimo Cotto, che vedrà esibirsi in un primo tempo Andy, nella seconda parte Morgan, e in cui si ripercorreranno le loro origini e influenze musicali per arrivare a un finale all’unisono.

Elisabetta Testa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium