/ Attualità

Attualità | 26 luglio 2019, 17:17

Tobia, pastore maremmano di quaranta giorni salvato da "Echi d'Infinito" aiuterà i disabili

Il cucciolo, abbandonato nei boschi insieme ai suoi tre fratelli, è stato adottato dall'associazione e nelle prossime settimane sarà addestrato per aiutare i disabili

Tobia, pastore maremmano di quaranta giorni salvato da "Echi d'Infinito" aiuterà i disabili

L'associazione Echi d'Infinito ha adottato un cane abbandonato ieri nel sud Astigiano. Il cane, un pastore maremmano di quaranta giorni, era stato lasciato nei boschi con i suoi tre fratelli.

Andrea Mattana Renon, presidente di "Echi d'Infinito", ha voluto salvarlo e arruolarlo per la sua associazione che da qualche anno si occupa di disabilità e assistenza sul nostro territorio. Tobia, così è stato ribattezzato, oggi è stato visitato dalla veterinaria, è in buona salute ma ancora spaventato. Tra poche settimane sarà addestrato per aiutare i disabili motori, per il supporto allo spettro autistico e per l’allerta per il diabete.

"È un'idea che mi girava nella mente da qualche mese", dice Mattana, "ieri si è presentata l'occasione e l'ho presa al volo". Così un cane "scartato" da un essere umano si trasformerà in un cane a sostegno dell'uomo.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium