/ Solidarietà

Solidarietà | 22 novembre 2019, 16:27

Insieme per aiutare i più poveri. Anche nell'Astigiano torna la Colletta Alimentare, un gesto concreto da 23 anni [VIDEO]

Sabato 30 novembre in 107 supermercati. 600 i volontari con la pettorina gialla. A fianco della Colletta anche quest'anno, Coldiretti

Il direttore di Coldiretti con il sindaco Rasero, Mariangela Cotto, il direttore del Banco, Ferrero e alcuni volontari

Il direttore di Coldiretti con il sindaco Rasero, Mariangela Cotto, il direttore del Banco, Ferrero e alcuni volontari

Un aiuto concreto per le persone più povere che sono tante, troppe e spesso hanno difficoltà a nutrirsi in modo adeguato.

A tendere una mano alle 35 strutture in convenzione che nell’Astigiano aiutano i più poveri è la Fondazione Banco Alimentare che promuove da 23 anni la Colletta Alimentare.

SONO 6MILA E NOVECENTO I FRUITORI

L’appuntamento sarà per sabato 30 novembre in 107 supermercati dell’Astigiano con 600 volontari, 30 trasportatori. I fruitori sono ben 6.900.

Lo scorso anno sono stati raccolti 470 quintali di alimenti a lunga conservazione che hanno permesso ai più fragili di nutrirsi adeguatamente.

In Italia ci sono 5 milioni di poveri - ha detto il direttore del Banco Alimentare di Asti Giuseppe Ferrero nella conferenza stampa di presentazione – e 18 milioni sono a rischio. Questa è una grande opera di solidarietà, alla Colletta non ci si abitua mai”.

PER DONARE, NEL SACCHETTO GIALLO, ALIMENTI A LUNGA CONSERVAZIONE

Tutti siamo invitati quindi, sabato 30 novembre a donare: alimenti per l’infanzia, tonno in scatola riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti e altro cibo a lunga conservazione.

Le statistiche dicono che sono circa 25mila le persone che nell’astigiano decidono di donare. Un dato forte che racconta che gli astigiani sono solidali e aiutano sempre in base alle proprie possibilità.

Il sindaco Maurizio Rasero ha ricordato che Ad Asti c’è l’unica mensa sociale gestita da un Comune e spiega che “Tra i principi che abbiamo c’è quello di non lasciare nessuno indietro. Sono certo che gli astigiani risponderanno ancora una volta”.

Il Banco Alimentare ha insegnato molto – dice Mariangela Cotto assessore ai Servizi Sociali - in tanti aiutano la Mensa. Asti è solidale e lo vediamo con il Dono del Volo".

A fianco del Banco Alimentare, i Club di servizio, la Protezione Civile, la San Vincenzo, la Caritas, Croce Verde, Croce Rossa e soprattutto Coldiretti.  Il direttore Diego Furia:”Vogliamo dare risposte concrete e collaboriamo con il Banco da 23 anni”, con lui, in conferenza, Antonio Bagnulo che segue da sempre la Colletta Alimentare.

DONARE ANCHE CON UN SMS

Le donazioni di alimenti ricevute il 30 novembre andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera quotidianamente, combattendo le spreco di cibo.

Sarà possibile sostenere la Colletta Alimentare anche con un SMS al numero 45582 attivo dal 3 novembre al 10 dicembre (il valore della donazione sara di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sara di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile e di 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind, Tre, Fastweb e Tiscali).

Un momento di solidarietà ad alta valenza sociale ma anche educativa, che abbatte l’indifferenza e cerca di avvicinarsi ad una forma di equità che dovrebbe essere “normale” routine di un Paese civile.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium