/ Eventi

Eventi | 20 settembre 2019, 16:03

Questa sera la "Drums & Guitars Night" targata Monferrato on Stage, per una notte indimenticabile

Appuntamento clou della rassegna questa sera in piazzale De Andrè. Domani chiusura ufficiale con lo Zoo di 105

La Notte delle Chitarre dell'anno scorso

La Notte delle Chitarre dell'anno scorso

Sul finire dell'estate ecco anche arrivare l'appuntamento clou della rassegna musicale ed enogastronomica Monferrato on stage, che dal 30 giugno ha visto artisti d'eccezione alternarsi sui palchi di 15 Comuni dell'Astigiano: Aramengo, Baldichieri, Callianetto, Cantarana, Capriglio, Castagnole Monferrato, Cocconato, Ferrere, Frinco, Passerano Marmorito, Piea, Roatto, Tonco, Valfenera e Viarigi. 

Un esercito di musicisti per fare "casino"

Appuntamento principale della rassegna questa sera, venerdì 20 settembre, che si svolgerà proprio ad Asti con la Drums & Guitars Night, in piazzale De Andrè. Una notte che giunge alla sua seconda edizione, con qualche cambiamento.

Quest'anno, infatti, non ci saranno solo chitarristi, ma anche batteristi. Alla chitarra si esibiranno infatti artisti del calibro di Matt Backer (chitarrista di Elton John e Joe Cocker), Stef Burns e Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Cesareo (Elio e le Storie Tese), Giacomo Castellano (Gianna Nannini e Piero Pelù), Max Cottafavi (Ligabue), Mario Schilirò (Zucchero), Giuseppe Scarpato (Edoardo Bennato), Andrea Fornilli (Stadio) e Luca Colombo (Eros Ramazzotti, Nek e Raf).

Con loro suoneranno sul palco di Asti sei batteristi altrettanto importanti: Adriano Molinari (Zucchero), Roberto Gualdi (PFM), Ivano Zanotti (Ligabue), Alex Polifrone (Enrico Ruggeri e Custodie Cautelari), Robby Pellati (“La banda” di Ligabue) e Luca Martelli (Litfiba).

A dirigere questo ensemble d’eccezione sarà Ettore Diliberto, leader delle Custodie Cautelari. 

Tutti insieme per la grande festa della musica

"Questa rassegna è un esperimento che non si vede in altre parti d'Italia. Quest'anno abbiamo aggiunto i batteristi perché fanno spettacolo, fanno scena. Vogliamo che anche quest'anno sia una grande festa della musica. Insieme a Piemonte dal Vivo, partner dell'iniziativa, abbiamo dato forma a questo evento straordinario che ci rende orgogliosi", spiega Cristiano Massaia, ideatore della rassegna. Una notte reduce dal grande successo dell'edizione precedente, con un sold out di 3500 biglietti e che fa ben sperare gli "addetti ai lavori".

Cesareo: "Sarà una notte indimenticabile, soprattutto per il volume. Preparatevi dei cotton fioc per sturarvi le orecchie dalle scorie"

"Siamo un esercito di musicisti. La cosa più bella è essere riusciti a mettere insieme così tanti musicisti, tutti diversi tra loro. La musica è un linguaggio universale. Monferrato on stage è una rassegna che mette insieme arte, turismo e beneficenza: avete dei posti meravigliosi e raramente si vedono cose come queste in Italia. Sarà una notte indimenticabile, soprattutto per il volume. Preparatevi dei cotton fioc per per sturarvi le orecchie dalle scorie l'indomani mattina", spiega Cesareo, chitarrista di Elio e Le Storie Tese. 

Con una nota si può fare del bene

Monferrato on stage è una rassegna poliedrica, capace di unire arte, turismo e beneficenza: perché con le note si può aiutare. Monferrato on stage, infatti, per tutta la durata della rassegna, è in partnership con le associazioni Autismo che Fare e Anffas Onlus di Asti

Monferrato on Dancefloor - wine & food experience: arriva lo Zoo di 105

La rassegna, però, non finirà con il concerto di questa sera. Domani, sabato 21 settembre, si chiuderà in bellezza con "Monferrato on Dancefloor - wine & food experience", in piazzale De Andrè, con una serata dedicata ai giovani del festival: a far ballare il pubblico saranno lo Zoo di 105 e dj Walter Benedetti.

La serata, a ingresso gratuito, avrà inizio alle 19 in piazzale de André, con la degustazione delle eccellenze enogastronomiche del territorio, a base di carne di razza piemontese curato da A.R.A. (Associazione Regionale Allevatori Piemonte), peperone di Capriglio (unico presidio slow food del nord astigiano), robiola di Cocconato, galletto di Tonco, salame cotto di Ferrere, prosciutto crudo di Cocconato, salame crudo di Aramengo, formaggi di capra e vaccini di Monale e prodotti da evento quali salatini e pizzette forniti da Sfoglia Torino, azienda di Buttigliera d’Asti. Per i vini e le bollicine ci pensano il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, il Consorzio dell’Asti DOCG e la Cantina Terre dei Santi di Castelnuovo Don Bosco.

"Abbiamo volontà e capacità per dare forza a questo evento con i nostri prodotti. Il Monferrato ha potenzialità davvero interessanti e siamo contenti di supportare un'iniziativa come questa", dichiara Paolo Marzano, direttore marketing di Sfoglia Torino.

Soddisfazione anche da parte di Franco Serra, per l'A.R.A.: "Tengo e teniamo molto al nostro territorio, molto legato alla razza piemontese. Siamo orgogliosi di collaborare a questo evento".

 

Elisabetta Testa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium