/ Sanità

Sanità | 03 marzo 2020, 13:13

Coronavirus, Aiop Piemonte mette a disposizione le proprie 36 sedi per fronteggiare l’emergenza

La componente privata della sanità regionale è pronta al pieno coinvolgimento di tutte le proprie risorse e professionalità

Coronavirus, Aiop Piemonte mette a disposizione le proprie 36 sedi per fronteggiare l’emergenza

In considerazione della situazione di emergenza sanitaria generata dalla diffusione del coronavirus Covid-19 in Italia, e in particolare nelle regioni del nord, la sede regionale dell’Aiop (Associazione Italiana Ospedalità Privata), mette a disposizione del sistema sanitario la propria rete composta da 36 strutture.

Al fine di fornire un fattivo contributo per fronteggiare l'attuale momento critico e collaborare con il centro di crisi regionale gli operatori della sanità privata si dichiarano pronti a porre in atto tutte le azioni che saranno ritenute utili ed efficaci per contrastare il propagarsi del virus e prestare le cure più efficaci ai nostri cittadini.

"Siamo consapevoli che combattere questo virus significhi un grosso impegno che coinvolge ad ogni livello tutti gli operatori della sanità. E' per tale motivo che siamo completamente disponibili, quali aziende facenti parte del servizio sanitario nazionale - dichiara il dott. Giancarlo Perla, presidente dell'Aiop Piemonte - a mettere in rete le nostre strutture per decongestionare gli ospedali pubblici e gestire pazienti anche gravi nei nostri posti letto di rianimazione, di acuzie o anche di post acuzie in ipotesi di malati cronici".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium