/ Sanità

Sanità | 02 aprile 2020, 17:37

"Eseguire test sierologici per capire chi è immunizzato e ha sviluppato anticorpi"

A parlare è il dottor Claudio Lucia, presidente dell'Ordine dei Medici di Asti

Il dottor Claudio Lucia

Il dottor Claudio Lucia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il parere del dottor Claudio Lucia, presidente dell'Ordine dei Medici di Asti, in merito alla situazione di emergenza da Covid-19.

In questi giorni in Italia la curva dell’epidemia inizia finalmente, anche se pur in modo lieve, a scendere.

Capire chi è immunizzato

Proprio per questo motivo, è importante più che mai, per avere un quadro esaustivo dei possibili casi di contagio, eseguire i test sierologici, utili per la ricerca nel sangue degli anticorpi anti SARS-COV 2, e di conseguenza utili a stabilire chi tra la popolazione risulta immunizzato e quindi può tornare alle normali attività, senza il rischio di trasmettere contagio.

L’obiettivo è realizzare, a stretto giro, una indagine di prevalenza sierologica sulla popolazione.

Avere un risultato su di un campione significativo della popolazione è molto importante, per avere una stima reale dei casi.

Tamponi a medici, personale sanitario e RSA

È inoltre indispensabile e di estrema importanza praticare i tamponi a tutti i medici e al personale sanitario. Come indispensabile e urgente per evitare danni irreversibili effettuare test sierologici a tutti gli ospiti delle RSA, che come sappiamo rappresentano la parte più fragile della popolazione, con una pluralità di patologie ad alto rischio.

Risulta pertanto non rimandabile il Protocollo della Regione Piemonte (Unità Speciale Continuità Assistenziale) per il controllo dei pazienti a domicilio, su indicazione del Medico curante, come già applicato in diverse provincie della nostra regione.

Non allarmismi, ma prudenza!

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium