/ Sanità

Sanità | 04 aprile 2020, 09:00

L' Imperial College stima che in Italia ci siano 6 milioni di contagi, poi ritratta. La risposta dell'equipe genovese che ha messo a punto il celebre simulatore

Il team di Genova composto dall'esperto in scienza dell’Informazione e modellistica Agostino Banchi, il professor Andrea De Maria (Malattie Infettive Università di Genova) e il professor Flavio Tonelli (Gestione delle Operations e Simulazione sistemi complessi) smentisce la notizia

L' Imperial College stima che in Italia ci siano 6 milioni di contagi, poi ritratta. La risposta dell'equipe genovese che ha messo a punto il celebre simulatore

Quasi due settimane fa una prestigiosa equipe di Genova ha messo a punto un nuovo strumento ovvero un simulatore già noto come il “metodo Banchi”, che si è fatto presto conoscere in Italia e all'estero grazie alla sua attendibilità. Oggi il team si è ampliato, contando su una dozzina di specialisti che fino ad oggi non hanno mai sbagliato.

Ma non tutti seguono e pubblicano dati corretti. Per fare un esempio il prestigioso Imperial College ha stimato che i contagiati effettivi in Italia sono il 9.8% della popolazione ovvero circa 6 milioni di persone. 

Il team di Genova composto dall'esperto in scienza dell’Informazione e modellistica Agostino Banchi, il professor Andrea De Maria (Malattie Infettive Università di Genova) e il professor Flavio Tonelli (Gestione delle Operations e Simulazione sistemi complessi) smentisce la notizia con I seguenti dati statistici basati sul simulatore

Questa notizia, senza assolutamente nessun approfondimento, è stata riportata e divulgata da tutti i giornali e le emittenti televisive italiane.

Premetto che è assolutamente evidente e sotto gli occhi di tutti che, a fronte di un numero di casi verificati e riconosciuti come positivi, ci sia un numero elevato di casi non confermati. Queste persone le abbiamo semplicemente battezzate con il nome GHOST ovvero fantasmi. Anche il nostro team ha provato arbitrariamente a quantificare questa percentuale facendo una serie di supposizioni.

Siamo partiti dal primo assunto, il più evidente:

La letalità del Veneto è inferiore di 3 volte a quella del resto d’Italia e di quasi 4 volte quella della Lombardia.

In Veneto sono stati fatti il più alto numero di tamponi per popolazione e il numero di tamponi negativi è altresì il più alto in assoluto tra le regioni italiane (rapportato alla popolazione).

FIG2 Tamponi, infetti e decessi suddivisi per regione

Abbiamo dunque raffrontato la percentuale di letalità del Veneto con quella della Cina e di altri paesi, raffrontando età media dei decessi e numerosi altri fattori.

Attraverso tutta questa serie di considerazioni riteniamo che in Veneto il fattore ghost si attesti intorno al 100%.

Confrontando i casi del Veneto al resto dell’Italia abbiamo stimato un effetto ghost tra 200% e 300%.

FIG3 Effetto Ghost del 240%

Con un effetto ghost di tale entità un valore “plausibile” di positivi totali attuali si attesterebbe ora tra i 300.000 e i 400.000.

VENTI ripeto VENTI volte meno di quello riportato da l’Imperial College.

Mettiamoci però in discussione e proviamo a simulare quale potrebbe essere l’impatto di questo numero.

11591 Morti su 6.000.000 di infetti porterebbero la letalità del Covid a 0.19% la letalità di una normale influenza pandemica.

Teniamo buono questo valore e applichiamolo ai decessi, in questo modo possiamo dedurre quanti positivi abbiamo per singola regione.

Da questo calcolo si nota subito che un terzo della popolazione lombarda avrebbe contratto il virus. Se applicassimo lo stesso principio a Bergamo città con i sui 201 morti avremmo 104.000 infetti su 120.000 abitanti. Se poi ci spostassimo nel comune di Nembro con i suoi 76 morti avremmo 39.340 infetti.

Sapete quanti abitanti ha Nembro? 11.616

La matematica non è una opinione".

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium