/ Scuola

Scuola | 08 aprile 2020, 08:10

L'istituto Artom di Asti ricorda il "suo"professor Riccardo Meschia, "Fautore di mille insegnamenti anche di vita"

Deceduto il professore di fisica che per anni ha seguito la formazione degli studenti

L'istituto Artom di Asti ricorda il "suo"professor Riccardo Meschia, "Fautore di mille insegnamenti anche di vita"

Riceviamo e pubblichiamo un ricordo dell'istituto Artom per la morte del professor Riccardo Meschia


Il Professor Riccardo Meschia ci ha lasciato.
Ha lasciato la sua famiglia, ha lasciato anche la famiglia dell'I.T.I.S. “A. ARTOM”, la sua scuola di cui è stato per tanti anni prezioso, insostituibile e autorevolissimo componente.

Persona semplice, umile, carica di positiva empatia nelle relazioni personali, portava nelle classi e nella scuola una non comune capacità di interazione con tutti gli studenti, i colleghi e il personale.


Laureato in Fisica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, dotato di una eccezionale preparazione, continuamente affinata nel tempo, riusciva a presentare gli argomenti della Sua materia, la Fisica, che amava profondamente, in modo sempre nuovo e coinvolgente alle migliaia di alunni delle classi prime e seconde che dalla fine degli anni '60 alla fine degli anni "90 hanno avuto la fortuna di averlo come insegnante.


In tempi in cui la scuola era fatta quasi esclusivamente con gesso e lavagna, il Prof. Meschia è stato indiscutibilmente un precursore nell'introduzione dell'Informatica all'Artom.


Il primo ad utilizzare un computer negli anni '70 con il quale si dedicò per anni alla preparazione di verifiche personalizzate, alla gestione degli orari delle lezioni, alla compilazione dei fogli stipendio del personale della scuola.


Ha tenuto anche corsi pomeridiani di Informatica agli allievi e anche per il personale di segreteria, come ricorda il Prof. Siccardi che era stato nel 1985 da lui chiamato a fargli da assistente.

Il suo computer, il mitico Olivetti 6060, è ancora conservato nel Museo “Industriamoci” che la scuola ha allestito e aperto quasi due anni fa.
Il Prof. Nebiolo, insegnante di Fisica all'ARTOM, ha un ricordo speciale di Riccardo Meschia perché fu tra i primi ad accoglierlo all'ARTOM nel lontano 1989 come nuovo Docente e lo accompagnò nei suoi primi passi da Insegnante nella Scuola.


Era adorato dai suoi allievi e tre di loro (Silvia Porta, Vincenzo Piperissa e Paolo Raviola) sono oggi docenti titolari all' “ARTOM”, lo ricordano con stima e tenerezza e lo considerano da sempre un luminoso esempio da seguire.
Tutto quanto il Professor Meschia ha fatto per la scuola, per i suoi allievi, per i colleghi e per il personale dell'Artom non è perduto, ma resta, è ben riconosciuto e continuerà a portare frutti.


Ci uniamo tutti insieme, Dirigente Scolastico, colleghe, colleghi e personale dell'Artom per dirti:
"Grazie Riccardo per averci appassionato a questa professione speciale; grazie per i Tuoi sorrisi che riuscivano sempre a darci conforto, sarai sempre nei nostri cuori! Sei stato un signore dell' insegnamento, un grande maestro".

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium