/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 21 giugno 2020, 17:08

I turisti e gli astigiani tornano nei loro musei. Nel week end anche gruppi organizzati a Palazzo Mazzetti

Da domani, lunedì, riapre anche il Museo Diocesano. L'importante patrimonio a offerta libera, ma occorre prenotare

MerfePhoto

MerfePhoto

Da domani anche il Museo diocesano San Giovanni di Asti riapre le porte al pubblico e sarà possibile visitare gli spazi dell’ex cattedrale di San Giovanni, in via Natta 36.

L'entrata, su prenotazione almeno il giorno prima, sarà dal lunedì alla domenica.

INGRESSO A OFFERTA LIBERA

Nella ricorrenza dei primi dieci anni di apertura al pubblico del Museo Diocesano, i visitatori troveranno in esposizione, affiancate a quelle della collezione del Museo, molte delle opere donate dagli artisti ospitati dal Museo Diocesano in questo primo decennio di apertura (Luciano Berruti, Isabella Böhlen-Distretti, Giovanni Buoso, Giulio Lucente Martin Matschke, Sergio Omedé).

Per incoraggiare la conoscenza dell’importante patrimonio storico e artistico diocesano in questo periodo così difficile, il Museo Diocesano offre l’ingresso ai propri spazi a offerta libera per tutti. Con attenzione alla salute dei visitatori e nel rispetto delle prescrizioni vigenti, per accedere al Museo sarà necessario indossare la mascherina, igienizzare le mani con l’apposito detergente (disponibile all’ingresso del Museo) e mantenere la distanza minima di un metro.

La prenotazione potrà effettuarsi con una delle seguenti modalità: chiamando il numero 351.707.7031, oppure inviando allo stesso numero un SMS o un messaggio tramite WhatsApp o Telegram. Si potrà anche prenotare via mail scrivendo all’indirizzo museo@sicdat.it.

DIVERSE LE VISITE NEL WEEK END A PALAZZO MAZZETTI

Intanto astigiani e turisti tornano a riappropriarsi dei musei astigiani, rispettando tutte le norme che ormai stanno diventando abituali: mascherine, distanziamento, gel.

All'entrata di Palazzo Mazzetti  ci sono dispenser per l'igienizzazione delle mani, si entra al massimo in 15 per volta e si deve firmare un'autocertificazione, ma sono tornati anche i gruppi organizzati.

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium