/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 21 giugno 2020, 07:00

Oggi è la Festa della Musica, un giorno per chiedere anche attenzione al settore

Tanti artisti astigiani hanno aderito sui social alla mobilitazione silenziosa #iolavoroconlamusica

Oggi è la Festa della Musica, un giorno per chiedere anche attenzione al settore

Una Festa della Musica particolarissima, questa 2020, un festa che vuole soprattutto rimarcare che c'è un cosmo di persone che con la musica ci vive e ci mantiene la famiglia.

La festa della musica, iniziata in Francia nel 1982 è una manifestazione popolare che si tiene il 21 giugno di ogni anno per celebrare il solstizio d'estate.

L'invito del Ministero della Cultura francese era per tutti i musicisti, professionisti ed amatori a suonare il 21 giugno per le strade delle città, in seguito la manifestazione si è allargata ad un ventaglio di città coinvolgendo una folta platea.

Diverse manifestazioni in Piemonte e, per evitare assembramenti e godere di musica live si organizzano concerti nei cortili, dai balconi, nelle piazzette, per poter fruire di momenti di musica condivisa.

#iolavoroconlamusica

In occasione di questa giornata, gli addetti ai lavori dell'Astigiano si sono mobilitati da giorni sui social per "urlare" tutti insieme che si deve ripartire.

Dietro i concerti, dietro i palchi,  ci sono infatti tante persone che devono poter tornare a lavorare e la giornata di oggi, con il suo grido di dolore e speranza, deve arrivare al cuore e alla testa del Governo.

Tutte le figure professionali, dagli uffici stampa, ai musicisti, ai cantanti, ai montatori di palco, chiedono attenzione ad un comparto messo in secondo piano e che da mesi non lavora.

Sui social in questi giorni sono comparse moltissime foto di addetti ai lavori con, in vista un cartello con scritto#iolavoroconlamusica. 

Una protesta delicata, sommessa, ma di grande impatto se si vuole leggere tra le righe. Tanti gli astigiani che hanno aderito, da Massimo Cotto, Matteo Curallo, Massimo Visentin, Roberto Sburlati, Fabio Gallo, Claudio Viberti.

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium