/ Cronaca

Cronaca | 12 agosto 2020, 12:46

Truffe agli anziani, arrestata nel Torinese coppia di astigiani con precedenti

Entrambi smascherati dopo un pedinamento, dovranno rispondere di furto aggravato in abitazione e ricettazione. La donna nascondeva nel reggiseno i gioielli che aveva rubato a un'anziana

Truffe agli anziani, arrestata nel Torinese coppia di astigiani con precedenti

Il 7 agosto scorso, nell’ambito dei servizi di contrasto al fenomeno delle truffe ai danni di persone anziane (Progetto MEDUSA), la Polizia di Stato di Torino ha tratto in arresto, in flagranza del reato di furto aggravato in abitazione, una coppia di coniugi, D.D. e C.E., rispettivamente classe 1984 e 1990, residenti ad Asti, pregiudicati.

Nello specifico, agenti della Squadra Mobile - Sezione “Reati contro il Patrimonio”, mentre si trovavano in corso Racconigi, avevano modo di notare un’autovettura Audi A3 parcheggiata nei pressi dell’intersezione con via San Bernardino (quartiere “San Paolo”, zona particolarmente sensibile per quanto riguarda questi fenonemeni), nelle cui vicinanze vi era una donna che si guardava intorno con fare sospetto.

Poco dopo sopraggiungeva un uomo, vestito con abiti da lavoro tipici di un controllore dell’Italgas, che, dopo qualche segno d’intesa con la giovane, si incamminava frettolosamente con quest’ultima verso la macchina. Saliti a bordo, i due si dirigevano con andatura sostenuta verso il quartiere Mirafiori imboccando successivamente l’entrata della tangenziale Torino-Savona.

Gli operatori, intuendo che i due personaggi potessero essere truffatori, hanno così pedinato l’autovettura, provvedendo a verificare se all’interno dello stabile di corso Racconigi fosse stato perpetrato qualche reato.

Il malvivente, qualificandosi come tecnico del gas, era entrato nell’abitazione di un’anziana signora (classe 1934) e, dopo averla distratta con il pretesto di dover effettuare una verifica tecnica, si era impossessato di alcuni gioielli in oro posizionati sul tavolo della cucina.

Gli agenti hanno provveduto quindi a fermare l’autovettura con a bordo i due malfattori nei pressi del casello autostradale di Trofarello e a trarli in arresto per furto aggravato in abitazione. La perquisizione personale ha consentito di rinvenire, celati nel reggiseno, e consegnati spontaneamente dalla donna, i monili d’oro appena trafugati all’anziana vittima.

La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire e sequestrare altri monili presumibilmente rubati, in relazione ai quali i coniugi sono stati indagati anche per ricettazione.

Sono in corso accertamenti finalizzati ad individuare ulteriori episodi delittuosi riconducibili alla coppia.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium