/ Attualità

Attualità | 25 settembre 2020, 10:15

Il Circo delle Stelle ora è a Portacomaro Stazione. Niemen: "Girano voci false su di noi. Non rubiamo e non siamo pericolosi, sono 50 anni che faccio questo mestiere"

Dopo un piccolo tour nel Cuneese, la famiglia di Bruno è tornata nell'Astigiano, ma l'accoglienza non è stata quella di sempre. Il 4 ottobre spettacolo di burattini per i più piccoli al Centro Culturale San Secondo

Un'immagine storica che ritrae il circo di Bruno negli anni Settanta in piazza del Palio ad Asti

Un'immagine storica che ritrae il circo di Bruno negli anni Settanta in piazza del Palio ad Asti

Il Circo delle Stelle, dopo un piccolo tour nelle zone del Cuneese, è stato costretto a fare tappa nuovamente nell'Astigiano.

Da qualche giorno la compagnia, guidata da Bruno Niemen, sosta a Portacomaro Stazione, lungo la Strada Vecchia, in un terreno preso in affitto per tre mesi.

"Ho le chiavi!"

L'accoglienza, però, non è stata delle migliori. "Ho preso in affitto questo terreno, pagando anticipatamente e la gente del posto ci ha segnalati alle Forze dell'ordine, sostenendo che di notte abbiamo forzato il cancello, occupando la zona abusivamente. Ma io ho le chiavi!", racconta Bruno.

Non è tutto. A detta di Niemen, infatti, dal giorno dopo in cui la famiglia si è stabilita in zona, sono state tantissime le visite da parte delle Forze dell'ordine.

"Non siamo rom e non rubiamo"

"Sicuramente vengono da noi su segnalazione. In paese girano voci false su di noi: che stiamo allestendo un campo rom, che rubiamo in casa delle persone, che siamo pericolosi. Non c'è niente di più falso, sono amareggiato, ci guardano come cani gialli qui", continua Niemen.

"Sono più piemontese di molti piemontesi"

Bruno è nato a Vercelli e da quattro generazioni la sua famiglia porta avanti l'attività del circo. Il Circo delle Stelle è una realtà storica e consolidata, che conta 25 dipendenti. "Sono più piemontese di molti piemontesi, io!", ci dice. 

"Mi ricordo quando negli anni Settanta eravamo in piazza ad Asti. Sono almeno 50 anni di storia. Eppure in paese dicono che dobbiamo andarcene, per noi qui tira una brutta aria. Le persone ci scambiano per quello che non siamo", ci racconta dispiaciuto Niemen.

La ripartenza del settore è in salita

Intanto anche la ripartenza del settore sembra essere fortemente rallentata. Sono 200 i posti massimi per ogni spettacolo, ma, lavorando solo il sabato e la domenica, sembra che il gioco non valga più la candela.

"Ospitando 800 persone a settimana - se siamo fortunati - non ci stiamo dentro con le spese", ammette Bruno.

Nel frattempo a ottobre l'Ente Circhi dovrebbe avere un meeting con il Governo, anche per sostenere le istanze dei lavoratori, che chiedono a gran voce un aumento - anche minimo - della capienza.

Burattini il 4 ottobre

Il Circo delle Stelle domenica 4 ottobre sarà al Centro Culturale San Secondo per portare il suo spettacolo di burattini alle 15, 16.15 e 17.30, nel pieno rispetto delle norme anti contagio. Intanto Bruno e la sua famiglia sperano di potersi esibire ad Asti per le festività natalizie.

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium