/ Cronaca

Cronaca | 14 novembre 2020, 12:22

Asti: presentato il calendario storico 2021 dei Carabinieri

Anche quest’anno l'Astigiano è stato valorizzato nei prodotti editoriali dell’Arma con un articolo dedicato a Nizza Monferrato, pubblicato sul mensile “il Carabiniere”

Asti: presentato il calendario storico 2021 dei Carabinieri

Le misure connesse al contenimento della pandemia non hanno permesso quest’anno di presentare il Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri ed. 2021 nell’ambito della consueta manifestazione.

Tuttavia questa mattina il Comandante Provinciale di Asti, Pierantonio Breda, ha presentato con orgoglio il calendario storico 2021 dell’Arma dei Carabinieri che, quest’anno, si è affidata alla penna di Valerio Massimo Manfredi, cantore e custode della storia antica, e alle tavole realizzate da un esponente della Transavanguardia italiana, Francesco Clemente.

La prestigiosa pubblicazione, la cui tiratura sarà di oltre un milione di copie, di cui circa 10.000 in lingue straniere (inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, giapponese, cinese e arabo), interpreta un tema ambizioso e rende omaggio al poeta che ha “inventato” la nostra lingua, Dante Alighieri, nel 700 anniversario della morte.

L'Astigiano ancora una volta protagonista

Nel ricordare che il Calendario storico dei Carabinieri è la stampa fine art con più grande tiratura al mondo, si evidenzia che anche quest’anno il territorio astigiano è stato valorizzato nei prodotti editoriali dell’Arma con un articolo dedicato a Nizza Monferrato pubblicato nel mensile “il Carabiniere” (30.000 copie). Lo scorso anno una pagina del Calendario storico era stata dedicata ad un fatto avvenuto a Incisa Scapaccino, raccontato da Margaret Mazzantini, mentre uno scatto di Nizza Monferrato si era aggiudicato una pagina del calendario da tavolo (50.000 copie). L’anno precedente, sempre sul calendario da tavolo, era finita Roccaverano

Oltre al Calendario, è stata pubblicata anche l’edizione 2021 dell’Agenda, incentrata sul tema “Pinocchio e i Carabinieri”,dove è tangibile il legame indissolubile tra il celebre racconto e l’Arma, celebrando così i 140 anni dalla prima apparizione pubblica dell’opera di Carlo Lorenzini, conosciuto come Collodi, e ricordando al contempo le sue espressioni nel mondo delle arti grazie al prezioso contributo offerto da moltissimi illustratori e artisti in una sorta di sfida artistica.

Altre due opere completano l’offerta editoriale

Il Calendarietto da tavolo, dedicato al gioco e all’uomo, come importante attività svolta da bambini e adulti. L’attività ludica risponde non solo al bisogno primario della persona per rigenerarsi, ma rappresenta anche il ponte insostituibile fra l’universo dei piccoli e quello dei grandi, aprendo la porta segreta del dialogo tra generazioni. L’intero ricavato della vendita di questo calendarietto da tavolo è devoluto all’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri.

Il Planning da tavolo dedicato al 150° anniversario di Roma Capitale e alle altre Capitali d’Italia. Da un secolo e mezzo la Città Eterna detiene il titolo di Capitale d’Italia ma la storia racconta che è stata preceduta da Torino e Firenze. Vengono quindi celebrate, attraverso le immagini riportate in copertina, le sedi del primo Parlamento unitario: Palazzo Carignano (Torino), Palazzo Vecchio (Firenze) e Palazzo Madama (Roma). L’intero ricavato della vendita di questo planning verrà devoluto all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma, una delle più antiche istituzioni dedicate all’infanzia e polo di ricerca d’eccellenza a livello internazionale. 

Files:
 la Stazione Nizza Monferrato (861 kB)

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium