/ Solidarietà

Solidarietà | 05 dicembre 2020, 15:00

L'ordinario diventa straordinario: "Quel rosso che torna a dare speranza"

Intervento pubblicato nell'ambito della rubrica "I colori delle abilità" a cura di Nuovi Orizzonti coop. sociale

L'ordinario diventa straordinario: "Quel rosso che torna a dare speranza"

Cara stella di Natale ti abbiamo preso e accolto un anno fa, in occasione dei festeggiamenti del Natale, volevamo che fosse tutto perfetto e che il tuo colore rosso abbellisse il nostro Centro.

Sono passati mesi e stagioni… quest’anno abbiamo dovuto affrontare momenti difficili ma tu sei sempre rimasta lì in quella stanza del Centro anche se per alcuni mesi da sola.

C’era chi con regolarità e amore passava a prendersi cura di te perché anche se la sede era chiusa non è mai mancata la cura dei particolari, la stessa cura rivolta ai ragazzi attraverso i progetti a distanza …

Alla riapertura del Centro i ragazzi sono stati stupiti di trovarti, le tue foglie erano di un verde brillante, il verde speranza, oggi sono loro a prendersi cura di te e da qualche giorno sono comparse le prime foglie rosse. Chi l’avrebbe mai detto che avresti resistito?... Ma eccoti pronta a donarci di nuovo il tuo colore rosso per accompagnare il “nostro Natale”, sicuramente diverso ma non meno importante. “E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante…” (Antoine de Saint-Exupéry) Noi “vogliamo perderne tanto di tempo” per i nostri ragazzi!

Seppur in maniera diversa abbiamo continuato a “FARE”, scoprendo strategie e attività nuove per poter continuare a prenderci cura del nostro gruppo, del nostro Centro.

Questo è stato un anno pieno di imprevisti, difficoltà e nuove esperienze ma abbiamo messo impegno e costanza per affrontarlo e per prenderci cura anche dei più piccoli particolari…

Grazie per tutto quello che fate per i nostri ragazzi perché c’è tanto amore in tutto ciò che fate” (messaggio di una famiglia del Centro Diurno “La Casa delle Abilità”)

Cara stella di Natale ti abbiamo preso e accolto un anno fa, in occasione dei festeggiamenti del Natale, volevamo che fosse tutto perfetto e che il tuo colore rosso abbellisse il nostro Centro.

Sono passati mesi e stagioni… quest’anno abbiamo dovuto affrontare momenti difficili ma tu sei sempre rimasta lì in quella stanza del Centro anche se per alcuni mesi da sola.

C’era chi con regolarità e amore passava a prendersi cura di te perché anche se la sede era chiusa non è mai mancata la cura dei particolari, la stessa cura rivolta ai ragazzi attraverso i progetti a distanza …

Alla riapertura del Centro i ragazzi sono stati stupiti di trovarti, le tue foglie erano di un verde brillante, il verde speranza, oggi sono loro a prendersi cura di te e da qualche giorno sono comparse le prime foglie rosse. Chi l’avrebbe mai detto che avresti resistito?... Ma eccoti pronta a donarci di nuovo il tuo colore rosso per accompagnare il “nostro Natale”, sicuramente diverso ma non meno importante. “E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante…” (Antoine de Saint-Exupéry) Noi “vogliamo perderne tanto di tempo” per i nostri ragazzi!

Seppur in maniera diversa abbiamo continuato a “FARE”, scoprendo strategie e attività nuove per poter continuare a prenderci cura del nostro gruppo, del nostro Centro.

Questo è stato un anno pieno di imprevisti, difficoltà e nuove esperienze ma abbiamo messo impegno e costanza per affrontarlo e per prenderci cura anche dei più piccoli particolari…

Grazie per tutto quello che fate per i nostri ragazzi perché c’è tanto amore in tutto ciò che fate” (messaggio di una famiglia del Centro Diurno “La Casa delle Abilità”)

I ragazzi della Residenza “Il Borgo”

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium