/ Attualità

Attualità | 08 dicembre 2020, 13:18

In questi giorni il 16esimo anniversario della morte del fondatore del Gsh Pegaso, Giorgio De Alexandris

La società, presieduta attualmente da Beppe Giannini, cerca volontari o autisti per le sue attività

In questi giorni il 16esimo anniversario della morte del fondatore del Gsh Pegaso, Giorgio De Alexandris

Avrebbe compiuto 66 anni di li a qualche mese, ma il cuore,  lo aveva tradito nel dicembre 2004.

Insignito nel gennaio del 2002 del Diploma d’Onore del C.I.O. e qualche mese dopo nominato dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, Cavaliere della Repubblica, Giorgio De De Alexandris aveva avuto alla fine degli anni ‘80 la felice intuizione di fondare il G.S.H. Pegaso, una Società sportiva rivolta ad atleti “diversamente abili”. Tra le prime nel panorama regionale e nazionale.

A metà dicembre 2019  era stato festeggiato il 30° anniversario dalla Fondazione (l’atto costitutivo è del 14 aprile 1989) e il Consiglio Direttivo, allora guidato da Ilaria Castino, nel ricordo di quello che fu uno stimato medico e per un biennio (1996/1997) anche presidente del Panathlon Club Asti, aveva messo in calendario una festa a celebrazione dell’importante “cammino” svolto dalla Società.

La società dal mese precedente aveva trasferito la sua  sede in via Lamarmora 15 nel “Polo del volontariato” (area dismessa della Way Assauto) dove hanno trovato casa anche Auser ed Aism.

Una storia testimoniata da tanti atleti

Nell’occasione, alla presenza delle autorità cittadine, i collaboratori ed i presidenti del G.S.H. Pegaso che avevano raccolto il “testimone” da Giorgio De Alexandris, prima Fausto Trinchero dal Dicembre 2004 al 2012, poi Giuseppe Gerbo fino al 2016 ed Ilaria Castino nell’ultimo triennio, avevano avuto modo di ricordare avvenimenti trascorsi e programmi a venire.

Premiati poi volontari e persone che a vario titolo hanno collaborato alla vita della società; una storia testimoniata dalle gesta di numerosi atleti che hanno vestito negli anni i colori del G.S.H. Pegaso, protagonisti anche a livello mondiale, come Massimo Oddone nel tiro con l’arco, Roberto La Barbera “azzurro” alle Olimpiadi di Atene e Rio nel salto in lungo e Samantha Scioscio, atleta polivalente, impegnata con la squadra di basket nel marzo 2019 agli “Special Olympics” di Abu Dhabi, città degli Emirati Arabi che aveva accolto nelle 24 discipline sportive previste oltre 7.000 atleti e 2500 coach provenienti da 170 Stati del mondo intero.

 

Alla presenza del vescovo "Emerito" Francesco Ravinale, del sindaco Maurizio Rasero, degli Assessori Mariangela Cotto e Mauro Bovino, dei panathleti Alessandra Visioli, Mauro Gandolfo e Giorgio Salla, oltre che di Maria e Matteo De Alexandris, un lungo applauso aveva accolto la lettura della nota pervenuta da Roma, a firma del Presidente del C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico) Luca Pancalli, che comunicava il conferimento al G.S.H. Pegaso della "Stella di bronzo" al merito Sportivo.

Poi l’ufficializzazione del Consiglio direttivo che per il triennio  2020/2022 sarà presieduto da Beppe Giannini, giornalista pubblicista ed imprenditore nel settore eventi e comunica-zione.

Nove i componenti eletti: Paolo Artusio Icardi (il più “longevo” dirigente del GSH Pegasa), Silvia Binello, Silvano Sacchetto, Enrica Villata, Gianni Vergano, Salvatore Di Muro, Rita Anselmo, Mauro Rainero e Giovanni Nicchi. Per quanto concerne il Collegio dei Revisori dei conti ne sono entrati a farne parte Filippo Finello, Giorgio Asinari e Giuseppe Gherlone, con Romano Contarelli, Orlando Didomenicoantonio e Sergio Rosso Probiviri e Vittoria Crisafulli nel ruolo di Tesoriere.

 Le attività del Pegaso

Sono un decina le discipline sportive (Atletica, Basket, Bocce, Calcio a 5, Danza, Judo, Nuoto, Pattinaggio, Sci di fondo/alpino e Tiro con l’Arco), che il  Pegaso propone ad una cinquantina di atleti seguiti da altrettanti tecnici e volontari, con un altro centinaio di soci sostenitori.

Con riferimento le Federazioni F.I.S.D.I.R. (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli intellettivo relazionali) e F.I.S.P.E.S. (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) affliate al C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico presieduto da Luca Pancalli) che nello scorso mese di settembre avevano provveduto - a Jesolo e Roma - a rinnovare i rispettivi Consigli direttivi che per il prossimo quadriennio olimpico saranno ancora guidati da Marco Borzacchini (FISDIR) e Sandrino Porru (FISPES).

Quasi interamente bloccata l’attività nel 2020, negli anni molte le manifestazioni organizzate dalla Società astigiana. Tra le altre, a maggio il Meeting Regionale di Atletica Leggera Mem. “Giorgio De Alexandris”, a giugno il Mem. “Flavio Rossi” di Basket e a fine settembre il Campionato Italiano di Bocce a “Coppie integrate”, in collaborazione con il Panathlon Club Asti.

Con la partecipazione ad eventi nazionali che hanno visto i colori del Pegaso protagonisti. Senza dimenticare la partecipazione alla “24x1ora” di fine marzo e la collaborazione alla “StraAsti”, a partire dal 2005 intitolata a Giorgio De Alexandris.

Nel segno di un logo che ne esprime la mission: un mitologico cavallo alato, nato dall’acqua e dispensatore di vita, con l’ala stesa a protezione dei più deboli.

 Una mission attraverso lo sport per l'inclusione

Una “mission” attraverso lo sport, inteso come veicolo d’inclusione dei più deboli in una società dove la disabilità non sia più vissuta come un limite; una sfida per chi se ne occupa quotidianamente.

Della grande famiglia del Pegaso fanno parte atleti di tutte le età e disabilità, genitori, tecnici e volontari che sono l’anello fondamentale di questa catena virtuosa.

La società, dallo scorso dicembre presieduta da Beppe Giannini, dispone di 3 pulmini da nove posti, attrezzati per accompagnare i ragazzi impegnati nelle diverse attività settimanali ed in occasione di eventi e manifestazioni a livello regionale e nazionale.

Al fine di garantire la copertura delle varie attività, il  Pegaso cerca autisti e volontari disponibili a “continuare questo splendido viaggio” che dura oramai da più di 30 anni. Le persone interessate potranno contattare la segreteria della società, che opera in Via Lamarmora 15 ad Asti, telefonando allo 0141 21.12.01 - 347 66.551.66 oppure con e-mail gshpegaso@libero.it.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium