/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 18 febbraio 2021, 16:34

Giornata dedicata al Parmigiano Reggiano di vacca bianca modenese al NaturaSì di piazza Porta Torino

Il Consorzio Bianca Modenese mira a salvaguardare e aumentare numericamente la presenza di questa razza mediante tecniche di allevamento sane, naturali e sicure

Locandina giornata Parmigiano Reggiano vacca bianca

Il negozio NaturaSì di piazza Porta Torino dedicherà un’intera giornata, quella di sabato 20 febbraio, al presidio slow food biologico del Parmigiano Reggiano da latte di vacca bianca Modenese, prodotto dal caseificio Santa Rita di Serramazzoni (MO) e aderente al Consorzio Bianca Modenese.

La razza Bianca Modenese ha percorso un cammino comune a tante altre razze di animali domestici, che l'ha portata prima all'affermazione come compagna ideale di lavoro e di vita per i contadini modenesi, e poi al declino e alla quasi scomparsa, con l'affermarsi di nuove esigenze produttive in agricoltura. A tali esigenze la risposta è stata per molti decenni la standardizzazione, la spinta a sempre maggiori produttività, la selezione indirizzata a una specializzazione esasperata degli animali visti come semplici "mezzi di produzione" di latte o di carne. Il Consorzio è nato proprio la salvaguardia e l'aumento numerico di questa razza attraverso tecniche di allevamento sane, naturali e sicure.

Lo storico caseificio Santa Rita produce appena 365 forme l'anno di parmigiano reggiano da latte di montagna di vacca bianca Modenese ed è una DOP di montagna certificato biologico: un'eccellenza dell'eccellenza.

Intanto si sta consolidando la collaborazione Slow food-NaturaSì e in questa prima parte dell'anno si andrà ad allargare l'offerta di prodotti biologici dei presidi nei supermercati del gruppo.

Files:
 SLOW FOOD PARMIGIANO VACCA BIANCA MODENESE 20-02-2021 (244 kB)

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium