/ Al Direttore

Al Direttore | 02 aprile 2021, 15:50

Modifiche ai concorsi pubblici durante lo stato di emergenza. Cisl: "il Governo ha finalmente preso coscienza e cercato di rimediare alla gravissima situazione delle carenze di personale"

"In provincia di Asti sono già diverse le amministrazioni comunali che non hanno più dipendenti e che per lo svolgimento di alcuni servizi devono fare veri e propri salti mortali"

Logo Cisl FP Alessandria-Asti

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Salvatore Bullara Cisl sulle modifiche apportate dal d.l. 44/2021 ai concorsi pubblici durante lo stato di emergenza.

Con l’art. 10 del decreto legge 44/2021 "Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici" pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 1/4 u.s., il Governo ha finalmente preso coscienza e cercato di rimediare alla gravissima situazione delle carenze di personale negli uffici delle Pubbliche Amministrazioni ed in particolare negli Enti Locali.

L’adozione dello strumento del decreto legge (di cui l’art. 77 della Costituzione prevede l’uso solo nei casi di necessità e urgenza), infatti rende bene l’idea della drammatica situazione di tante Amministrazioni Locali. In provincia di Asti sono già diverse le amministrazioni comunali che non hanno più dipendenti e che per lo svolgimento di alcuni servizi devono fare veri e propri salti mortali amministrativi ricorrendo a convenzioni con altri Enti o ad appalti con ditte private (spesso con maggiori spese e rischio di procedimenti per danno erariale…).

Il d.l. 44 prevede delle modalità speciali ed in deroga alle vigenti norme, per velocizzare le procedure di assunzione con i concorsi pubblici. Nello specifico, sia per le procedure concorsuali già pubblicate al 1 aprile 2021 ma per le quali non si sia ancora svolta alcuna attività, che per quelle pubblicate dopo, e fino al perdurare dello stato di emergenza, la norma prevede la possibilità di svolgere le prove orali in videoconferenza e di poter espletare una sola prova scritta ed una eventuale prova orale.

La CISL FP Alessandria Asti valuta positivamente l’iniziativa del Governo, che ben coglie la drammaticità della situazione delle Amministrazioni Pubbliche e si inserisce come primo provvedimento attuativo di quel “patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale” sottoscritto nel mese di marzo, e dunque in data odierna ha invitato tutte le Amministrazioni Locali a volere prendere in considerazione il suddetto dettato normativo e adeguare rapidamente le procedure concorsuali già pubblicate o in corso di pubblicazione, al fine di poter colmare le gravi carenze di organico e assicurare prontamente i servizi alla popolazione.

Ma per potere bandire ed espletare i concorsi occorre che le amministrazioni locali possano assumere, e dunque la CISL FP ritiene adesso assolutamente prioritario rimuovere quei limiti alle assunzioni che finora non hanno consentito alle amministrazioni di potere sostituire il personale pensionando o già pensionato, e chiede a tutte le Amministrazioni di unirsi alla richiesta al Governo di annullare tali limiti

Files:
 Lettera circolare su concorsi pubblici dl 44-2021 (82 kB)

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium