/ Attualità

Attualità | 11 aprile 2021, 07:40

La fucina di giovani cineasti torinesi si allarga a tutta la regione con Piemonte Factory

Daniele Gaglianone guida cineasti under 30 verso il prossimo Torino Film Festival

La fucina di giovani cineasti torinesi si allarga a tutta la regione con Piemonte Factory

La fucina di giovani cineasti torinesi si allarga a tutta la regione con Piemonte Factory

La fucina di giovani cineasti di Torino Factory si allarga a tutto il territorio regionale nell'anno che - si spera - possa rilanciare la settima arte minata dalla pandemia.

Dall'esperienza triennale del fortunato format, curato dall'associazione Piemonte Movie, nasce Piemonte Factory, laboratorio/contest destinato a filmmaker under 30 che, unendo formazione e produzione, accompagnerà i selezionati - guidati da tutor professionisti - nello sviluppo del progetto di un cortometraggio. Il risultato finale sarò poi presentato alla prossima edizione del Torino Film Festival.

Partito nel 2017, il progetto quest'anno - con la direzione artistica di Daniele Gaglianone - abbraccia tutti gli otto capoluoghi di provincia del Piemonte, riconfermando gli obiettivi di sempre: valorizzare gli autori emergenti e le giovani maestranze della cinematografia locale, attraverso sinergie fruttuose tra nuove promesse e professionisti del settore.

Piemonte Factory (promosso da Regione PiemonteFilm Commission Torino PiemonteMuseo Nazionale del CinemaAGIS-ANEC) si articolerà in tre fasi, a partire dal bando di partecipazione aperto fino al 7 giugno. Ci si potrà candidare presentando un’opera a tema libero della durata massima di 3 minuti, ambientata per almeno l’80% sul territorio piemontese. L’iscrizione è gratuita (info su www.piemontemovie.com) e verranno individuate otto video troupe, una per ognuna delle otto province del Piemonte. 

A seguire i selezionati prenderanno la loro “residenza artistica” nei capoluoghi, messi alla prova direttamente sul campo nella produzione di otto cortometraggi della durata di 10 minuti ciascuno, seguiti da professionisti del cinema regionale.

Il percorso si concluderà a novembre con la presentazione dei corti al 39° Torino Film Festival e con la premiazione del vincitore del Premio Piemonte Factory Miglior Cortometraggio (€2.500), scelto da una specifica giuria.

È inoltre previsto, nei mesi a seguire, un tour nelle residenze cinematografiche che hanno ospitato le troupe per assegnare il Premio del pubblico (€500) e nei comuni che fanno parte della rete di Presìdi Cinematografici di Piemonte Movie. Un modo per ricordare l'importanza delle sale cinema territoriali, che da troppi mesi non accendono più i proiettori.

M.Mar.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium