/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 15 aprile 2021, 13:50

A Cessole, in provincia di Asti, la vincitrice del premio speciale Slow Food - Terra Madre

Il suo nome è Elizabeta Miteva. La Premiazione si svolgerà nell'ambito del Salone Internazionale del Libro di Torino, previsto dal 14 al 18 ottobre 2021.

elizabeta miteva

Elizabeta Miteva

Originaria della Macedonia e residente a Cessole, in provincia di Asti. Il suo nome è Elizabeta Miteva ed è la vincitrice del PREMIO SPECIALE SLOW FOOD - TERRA MADRE del Concorso letterario nazionale Lingua Madre dedicato alle donne migranti (o di origine straniera) residenti in Italia.  

Il Concorso letterario nazionale Lingua Madre è un progetto permanente della Regione Piemonte e del Salone Internazionale del Libro di Torino, nato nel 2005 da un’idea di Daniela Finocchi, che opera sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura con il patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività CulturaliWe Women for Expo, Rappresentanza in Italia della Commissione EuropeaPubblicità Progresso Fondazione per la Comunicazione Sociale.

La Premiazione si svolgerà nell'ambito del Salone Internazionale del Libro di Torino, previsto dal 14 al 18 ottobre 2021. 

Il Concorso letterario nazionale Lingua Madre è diretto alle donne migranti (o di origine straniera) residenti in Italia, ma anche alle italiane che vogliano raccontare l’incontro con l’Altra. Un’opportunità d’ascolto per lettrici e lettori, per immaginare e costruire mondi dove le differenze uniscono invece di separare. Si può partecipare inviando un racconto e/o una fotografia. Le storie e le immagini delle autrici, raccolti in 16 anni di attività, mostrano con chiarezza la necessità imprescindibile di uno sguardo sessuato alle migrazioni contemporanee: perché le donne ne sono protagoniste e anche migrando cambiano il mondo.

Sono partner del progetto con premi speciali Slow Food-Terra Madre, Torino Film Festival, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, destinato alle fotografie. È inoltre aperta la votazione online per assegnare il Premio della Giuria Popolare cui si può accedere anche da Facebook e Twitter.

Oltre 10.000 il numero delle autrici che hanno scritto, fotografato, condiviso in tutti questi anni di lavoro intorno alla narrazione, alla cultura, alla relazione tra donne e se a queste si aggiungono quelle che durante tutto l’anno scrivono e interagiscono con i social i numeri si moltiplicano. Nonostante l’emergenza sanitaria, l’attività non si è mai fermata, con l’obiettivo di dare un segno di fiducia e speranza alle tante donne, straniere e italiane, che da sempre partecipano, seguono e sostengono la quotidiana attività del progetto. Sono stati trasferiti online la maggior parte degli eventi con reading, video, proposte di lettura, webinar, incontri, grazie ai social e al sito del Concorso, rinnovato sia nella veste grafica sia nei contenuti proprio in occasione dell’anniversario dei 15 anni del progetto, festeggiato nel 2020.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium