/ Al Direttore

Al Direttore | 07 maggio 2021, 19:22

"Vaccini per tutti gli esseri umani", l'appello della Società della cura di Asti

Dopo il presidio promosso davanti al Cardinal Massaia, torna sulla questione brevetti

Un momento del presidio davanti all'ospedale

Un momento del presidio davanti all'ospedale

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Michele Clemente, Luisa Rasero, Carlo Sottile, Samuele Gullinodella Società della cura.

Anche Asti ha fatto la sua parte nella battaglia internazionale per i vaccini liberi.

Il 10 aprile, nell'ambito della giornata di mobilitazione nazionale, come “Società della Cura” abbiamo promosso un presidio davanti all'Ospedale Cardinal Massaia proprio per richiedere la sospensione dei brevetti, nonché per difendere la sanità pubblica.

Era un sabato mattina grigio e piovoso, in zona decentrata, nel frattempo le vaccinazioni erano state spostate in Via Guerra. L'impressione era vagamente spettrale, proprio da manifestazione al tempo della pandemia, e ci si poteva sentire vox clamantis in deserto, voci che gridano inascoltate. Ma ci sosteneva la convinzione di stare facendo una battaglia giusta, anzi sacrosanta.

E Asti ha risposto con una buona partecipazione. La questione brevetti, apparentemente di semplice buon senso, pone di fronte ad un bivio: salute o profitti? Ci sono situazioni in cui questi due termini entrano in conflitto. Lo sapeva bene lo scienziato Salk che rifiutò di brevettare il vaccino antipolio, dicendo: "Si può mai brevettare il sole?" Adesso i potenti della terra sembrano convenire, a partire da Biden. Bene! Ringraziamo tutte/i le/i cittadine/e di Asti, tutte le associazioni che hanno partecipato portando il loro contributo. Ringraziamo le Consigliere e i Consiglieri comunali presenti. A proposito, prima del nostro presidio avevamo inviato l'appello per la sospensione dei brevetti sui vaccini a: sindaco di Asti, ciascuno/a dei/delle componenti della Giunta comunale e del Consiglio, Presidente della Provincia. Pochi e poche hanno risposto, tra di loro non il Sindaco di Asti né il Presidente della Provincia né alcun/a componente della Giunta Comunale. A loro chiediamo: adesso che anche il Presidente degli Stati Uniti si è convinto, adesso che Draghi sostiene che i vaccini sono un bene comune, troverete il coraggio e/o l'interesse che fino ad ora vi sono mancati?

Michele Clemente, Luisa Rasero, Carlo Sottile, Samuele Gullino

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium