/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 13 maggio 2021, 08:00

"Nel cantiere della memoria. Fascismo, Resistenza, Shoah, foibe", videoconferenza con Filippo Focardi

Venerdì 14 maggio alle 18, in dialogo con Mario Renosio dell'Israt. L'incontro è organizzato dal Polo Cittattiva

"Nel cantiere della memoria. Fascismo, Resistenza, Shoah, foibe", videoconferenza con Filippo Focardi

Venerdì 14 maggio 2021 alle 18, Filippo Focardi presenterà "Nel cantiere della memoria. Fascismo, Resistenza, Shoah, foibe" (ed. Viella).

Ne discuterà con Mario Renosio (Israt). La videoconferenza è organizzata da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano, Museo di Cisterna, Israt, Casa della Resistenza e della Deportazione di Vinchio, Associazione "Franco Casetta"  con Fra Production Spa, Libreria "Il Pellicano" e Aimc di Asti.

“Da decenni ormai, - spiega l'autore - con la fine della guerra fredda e i mutamenti dello scenario internazionale, i processi di ridefinizione delle memorie pubbliche nazionali hanno innescato in tutta Europa delle vere e proprie guerre di memoria. In Italia, in particolare, i conflitti tra memorie contrapposte si affiancano a reiterati tentativi di ridefinizione dell’identità nazionale all’insegna della costruzione di presunte memorie condivise, alimentati da un intenso uso politico del passato. Si assiste così all’istituzione di nuove date del calendario civile, come la Giornata della Memoria per le vittime della Shoah e il Giorno del Ricordo per quelle delle foibe; al confronto fra revisionismo e anti-revisionismo su fascismo e Resistenza; a un dibattito sui crimini di guerra italiani nelle colonie e nei territori occupati durante il secondo conflitto mondiale; e all’impegno in prima persona dei presidenti della Repubblica (Ciampi, Napolitano, Mattarella) nel costruire una memoria pubblica nazionale lungo l’asse Risorgimento, Grande guerra, Resistenza, Unione Europea. Ma, come mostra questo volume, dietro gli attuali processi di rielaborazione del passato vi è – come sempre – una più ampia posta in palio, che tocca le prospettive future della democrazia in Italia e in Europa”.

Filippo Focardi insegna Storia contemporanea presso l’Università di Padova. Tra i suoi libri ricordiamo La guerra della memoria (Laterza, 2005); Il cattivo tedesco e il bravo italiano (Laterza, 2013), Memoria e rimozione (con G. Contini e M. Petricioli, 2010); L’Europa e le sue memorie (con B. Groppo, 2013); Le ombre del passato (con F. Berti e J. Sondel-Cedarmas, 2018); Italia e Germania dopo la caduta del muro (con M. Fioravanzo e L. Klinkhammer, 2019).

Gli incontri sono liberi e validi per la formazione degli insegnanti.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium