/ Politica

Politica | 23 maggio 2021, 10:00

Mercato di Asti, intervengono i consiglieri comunali di minoranza. "La politica è anche dialogo e ascolto"

La commissione mercatale chiede modifiche alla sistemazione del mercato in piazza Alfieri. Da giorni botta e risposta con il vicesindaco Coppo

Mercato di Asti, intervengono i consiglieri comunali di minoranza. "La politica è anche dialogo e ascolto"

I consiglieri comunali Angela Quaglia, Mario Malandrone, Massimo Cerruti, Giuseppe Dolce, Luciano Sutera, Giorgio Spata, Mauro Bosia, Michele Anselmo Davide Giargia, Martina Veneto, Maria Ferlisi, intervengono sulla diatriba tra il vicesindaco, Marcello Coppo e la commissione mercatale sul mercato di piazza Alfieri e hanno presentato un'interrogazione urgente.

I consiglieri ricordano che ormai più di due anni l’Amministrazione è impegnata nella riorganizzazione delle aree mercatali e il mandato dell’assessore Coppo è ormai giunto al quarto anno.

"Ci si aspettava - scrivono i consiglieri - che con gli annunci ripetuti e su vari temi di risoluzione dei problemi e il ruolo di Coppo in giunta  poteva far immaginare un ruolo chiave per Asti e il suo cambiamento. Non crediamo certo che la politica sia solo risolvere problemi: è anche dialogo e ascolto.  Però se esistono i risolutori delle problematiche, esistono anche i complicatori. L'assessore Coppo  sta dimostrando di avere questa virtù, una specie di assessore alle Complicazioni".

La vicenda, che si dipana da giorni, à quella della commissione mercatale che chiede modifiche alla soluzione proposta del mercato di piazza Alfieri e, del mancato riconoscimento della stessa da parte dell'assessore e vice sindaco (IN ALLEGATO TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA).

"Come Mr Wolf in Pulp fiction che sistemava situazioni ormai compromesse e poco edificanti, è quello che non ci auguriamo per il mercato e per la vitalità  di piazza Alfieri il mercoledì ed il sabato", scrivono i consiglieri.

"Dopo due anni di lavoro e quattro di mandato - rimarcano - assistiamo ad assenza di dialogo e ascolto dei commercianti. Sono gli stessi commercianti che come categoria i nostri amministratori di tanto in tanto in pandemia arringavano, in testa  il sindaco. Ora si sentono non ascoltati, fanno proposte e cadono nel vuoto o nel vortice delle complicazioni. Peccato per un mercato così importante, peccato per una situazione bloccata di cui certo Coppo è causa. Un ruolo che ha diviso e creato questo stallo". 

I consiglieri chiedono alla giunta per quali ragioni ci sia rifiuto all’ ascolto di una commissione e come si intenda affrontare la questione della rappresentatività della Commissione, viste le dimissioni della vecchia commissione e le rivendicazioni della nuova.

"Quali soluzioni ha in mente l’Amministrazione  - chiedono - per giungere a soluzioni condivise in un clima di dialogo e ascolto di un settore così importante e degli operatori di uno dei principali mercati della città? Non è possibile trovare soluzioni condivise?

Tutti sanno quanto sia sbagliato parcellizzare i mercati, che sono un ecosistema unico di economia e socialità, come un vero e proprio organismo vivente.

I mercati soprattutto dopo questa fase pandemica, dopo aver sofferto chiusure, possono essere un centro di aggregazione e vita commerciale: meritano di più. Asti merita di più", concludono.

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium