/ Cronaca

Cronaca | 04 giugno 2021, 18:30

Processo usura: il pm ha chiesto condanne fino a 14 anni. Sentenza sempre più vicina

Prossima udienza il 25 giugno

Processo usura: il pm ha chiesto condanne fino a 14 anni. Sentenza sempre più vicina

Potrebbe arrivare a sentenza già a luglio il processo usura che sta continuando in tribunale ad Asti.

Stamattina in aula il pm Greco ha chiesto pesanti condanne per gli imputati.

Per Nikolli Kreshnik sono stati chiesti nove anni e dieci mesi, per Emanuele Lo Porto quattordici anni e quattro mesi, per Riccardo Lo Porto sette anni e sette mesi, per Antonietta Cestari otto anni e undici mesi, per Rosa Vinotti tre anni e sei mesi, per Renato ed Emanuel Oliveri tre anni, per Alfons Peraj un anno e quattro mesi e infine per Luigi Cataldo, tre anni.

Parte offesa in questo processo è una famiglia di origine albanese composta da quattro componenti: padre, madre, figlio e figlia, tutti con il vizio del gioco.

Un profilo inedito quello della parte lesa, che però per il pm non deve sfociare in una forma di pregiudizio. Il fatto che questa famiglia avesse il vizio del gioco, secondo l'accusa, fa pensare che si possa essere rivolta ad usurai,proprio per una crisi di liquidità registrata.

Il pm Greco, poi, ha annunciato di aver trasmesso gli atti alla procura denunciando per falsa testimonianza almeno tre persone chiamate a testimoniare in questa vicenda giudiziaria, che però avrebbero concordato la versione dei fatti da esporre davanti ai giudici con due imputati, all'epoca in carcere. La prossima udienza è stata fissata per il 25 giugno. 

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium