/ Sanità

Sanità | 20 settembre 2021, 18:34

Obbligo Green Pass, Cirio: "Strumento di libertà per non chiudere più" [VIDEO]

Sull'obbligo vaccinale il Presidente ha sottolineato: "Nelle terapie intensive del Piemonte l'80-90% non sono vaccinati"

Obbligo Green Pass, Cirio: "Strumento di libertà per non chiudere più" [VIDEO]

"Se si potesse fare a meno del green pass sarebbe meglio, perché sicuramente è una regolamentazione della vita di ciascuno che un tempo non c’era. Però la 'carta verde' vista come strumento di libertà, così come lo vediamo noi, serve per non chiudere più, per permettere ai nostri figli di andare a scuola, a noi di vivere la nostra vita, di vivere la socialità e alle attività commerciali di poter guardare al futuro senza stop and go che è stato ciò che ha messo in crisi il tessuto economico importante. Quindi green pass strumento di libertà sì”. Così il presidente della Regione Alberto Cirio, a margine dell’avvio della somministrazione della terza dose di vaccino per i pazienti più fragili partita questo pomeriggio all’ospedale torinese San Giovanni Bosco.

"Sull'obbligo vaccinale deve decidere il Parlamento"

Quanto all’obbligo vaccinale, Cirio ha precisato “è un tema che atterrà al Parlamento cui spetterà decidere. Noi ad oggi in Piemonte abbiamo sempre detto che è meglio convincere che costringere: è una posizione però anche finalizzata a dire quanto crediamo nel vaccino e quando qualcuno ha dei dubbi rispondiamo con i dati delle terapie intensive del Piemonte, come del resto d’Italia, dove l’80 - 90% dei ricoverati non sono vaccinati. Questi sono i numeri giusti, che dicono che il vaccino funziona”, ha concluso.

"Incremento esponenziale delle adesioni"

"Dopo l'introduzione del Green Pass obbligatorio per lavorare abbiamo avuto un incremento esponenziale delle adesioni: parliamo di 6-7 mila adesioni complessive giornaliere alla campagna vaccinale, che sono quasi triplicate. Di queste, circa 3-4 mila sono registrazioni sul portale ilPiemontetivaccina.it, e le altre 2-3 mila sono accessi diretti in più ai centri di vaccinazione", ha aggiunto il residente Cirio.

"Nel caso di persone che non possono ottenere il Green Pass non per una loro responsabilità - ha sottolineato il governatore - noi facciamo il tampone gratuitamente, come per chi non può vaccinarsi per motivi di salute o per chi avendo contratto il Covid è in attesa dell'estensione del Green Pass a 12 mesi. Facciamo il tampone gratuito in tutti i casi in cui le persone sarebbero vittime di un sistema che non funziona".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium