/ Politica

Politica | 23 dicembre 2021, 13:16

L'opposizione 'all'attacco' del sindaco: "Non si vanti per meriti inesistenti"

Riceviamo una lettera firmata dai consiglieri di minoranza (ad eccezione di Angela Motta) inerente il "fondo del sindaco"

Il Palazzo Municipale di Asti

Il Palazzo Municipale di Asti

Alla cortese attenzione del Direttore

Leggiamo, in un comunicato stampa, che il Sindaco comunica di non aver speso, nel corso del 2021, la somma che si era fatto accreditare in bilancio come “fondo a disposizione del Sindaco” da spendere in ricevimenti, manifestazioni ecc. e di aver utilizzato tale somma per sostituire una caldaia.

Molto bene!
Riteniamo che i soldi dei contribuenti vadano spesi solo per le effettive necessità della città e tra queste non rientrano certo le spese di rappresentanza del Sindaco.
Ma se il Sindaco è così oculato, perché si era fatto mettere a disposizione ben 40mila euro?

Non sarebbe stato più semplice (e meno elettoralistico) stanziare sui capitoli delle manutenzioni (ad esempio) tale cifra, in modo che la caldaia da sostituire non fosse una “gentil concessione” ma un dovere a cui si faceva fronte con i soldi pubblici (come accade in tutte le Amministrazioni)?

A noi pare che nella foga di emanare ogni giorno un nuovo comunicato stampa, il Sindaco abbia perso di vista le regole fondamentali della buona Amministrazione: spendere bene, per cose utili, e non vantarsi per meriti inesistenti.

Con viva cordialità

I consiglieri comunali di minoranza

Angela Quaglia

Giorgio Spata

Luciano Sutera

Mauro Bosia

Maria Ferlisi

Giuseppe Dolce

Massimo Cerruti

Martina Veneto

Michele Anselmo

Davide Giargia

Mario Malandrone

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium