/ Politica

Politica | 20 maggio 2022, 15:14

Un Ponte per rilanciare Villanova d'Asti

Il progetto dello scrittore e candidato sindaco per il futuro del paese

Max Ponte

Max Ponte

Si chiama Max Ponte o per esteso Massimiliano Brunzin Ponte come verrà indicato nella scheda elettorale. Correrà per governare il suo paese con la lista Rilanciamo Villanova D’Asti. Quarantenne, nato ad Asti e con famiglia radicata a Villanova D’Asti, è nipote di un noto calzolaio piemontese, e figlio di un artigiano edile. Dopo le scuole dell’obbligo a Villanova ha frequentato il liceo scientifico Monti di Chieri e poi la Facoltà di Lettere e Filosofia a Torino dove ha conseguito la laurea in Filosofia. Successivamente ha proseguito gli studi a Parigi dove ha conseguito una seconda laurea in letteratura presso l’Università Parigi Nanterre. Max Ponte, attivo come poeta e operatore culturale, ha pubblicato tre libri di poesia e un saggio. 

Negli ultimi tre anni Ponte ha concentrato il suo impegno culturale su Villanova e l’Astigiano organizzando - con la Pro Loco di Villanova ma non solo – vari eventi: dalle letture, alle biciclettate, alla Festa della Musica, nonché appuntamenti di teatro e cinema. Ponte è intervenuto sui giornali locali anche per la riacquisizione delle torri Bissoche. Ha sostenuto inoltre gli operai durante le crisi aziendali come quella della B-Cube. Nuovo alla politica ma non troppo, Max Ponte ha rappresentato gli studenti universitari in senato accademico ed è attualmente rappresentante dei lavoratori della Fondazione Torino Musei presso la quale lavora dal 2005. 

Villanova è uno dei centri più importanti dell’Astigiano, non possiamo permettere che si trasformi in un paese dormitorio, dobbiamo cogliere ciò che di buono è stato fatto a livello strutturale, con un bilancio sano, e dare un futuro alla nostra comunità. Dobbiamo dare una risposta ai nostri concittadini su tanti temi e infondere fiducia. La popolazione diminuisce e anche il benessere pro-capite. Se non vogliamo finire nel magma delle periferie del mondo, se vogliamo distinguerci, dobbiamo rimboccarci le maniche e creare nuove opportunità”. 

Alcune proposte, in attesa del programma elettorale completo? “Presentiamo proprio oggi ai Batù alle ore 21.00 il nostro programma elettorale completo che diffonderemo su tutti i nostri canali. Fra le proposte migliorare il decoro urbano rendendo Villanova più bella, aiutare famiglie e giovani collaborando con Parrocchia e associazioni, curare con attenzione i servizi ai cittadini, sostenere il commercio locale con eventi di qualità e la rinascita del centro storico, asfaltare le strade in cattivo stato e realizzare l’allargamento di quelle che lo richiedono come la pericolosa strada per San Paolo, rilanciare le borgate con sgravi per chi apre nuove attività come un negozio di alimentari, istituire nuovi e vivaci mercatini periodici, riportare grandi eventi e nomi della musica a Villanova, migliorare la condizione del campo sportivo, rivalorizzare l'area dell'ex-cinema, trasformare Palazzo Richetta in un museo di prestigio, pensare ad una navetta stabile poi per collegare finalmente Villanova con la Stazione e trasmettere l’orgoglio di essere villanovesi”. 

Ponte aggiunge anche un aneddoto “Quando andavo al liceo a Chieri ho subito più di una volta la discriminazione di provenire da uno sconosciuto paese di provincia, tutto questo deve finire e dobbiamo riportare Villanova agli antichi splendori. Piccola notazione antropologica: vanno recuperati gli ingressi aulici; in Comune, a Palazzo Richetta e in Biblioteca dobbiamo riprendere ad entrare il più possibile dalla porta principale. Il futuro di Villanova è nelle nostre mani, nel nostro lavoro, nelle nostre scelte”. 

I.P.E.


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium