/ Scuola

Scuola | 04 agosto 2022, 09:32

Possibile chiusura per la storica scuola d'infanzia paritaria Regina Margherita di Asti

Le indiscrezioni giungono dai genitori che hanno ricevuto comunicazioni, al momento, dalla rappresentante di classe. Tra gli allievi 'storici' della scuola anche il sindaco Rasero

Possibile chiusura per la storica scuola d'infanzia paritaria Regina Margherita di Asti

Una storia lunga più di 130 anni, rischia di essere 'spazzata via' per presunti problemi economici. 

La scuola d'infanzia paritaria Regina Margherita di Asti di via Bocca, rischia di non riaprire a settembre.

L'allarme arriva dalla chat di un gruppo Whats'app di genitori preoccupati, ma non c'è nessuna nota ufficiale a confermarlo.

Dopo la Casa di Riposo Città di Asti, una nuova tegola per via Bocca e un grido di aiuto per una scuola che ha cresciuto generazioni di bambini, incluso l'attuale sindaco, Maurizio Rasero, all'epoca nella sezione Genzianelle.

Alcuni genitori ci confermano: "I miei figli e quelli di mia sorella sono iscritti e, tra gennaio e febbraio, sono state fatte le nuove iscrizioni ma a luglio è arrivata una prima comunicazione dalla rappresentante di classe che ci ha annunciato che probabilmente con la ripresa dell'anno scolastico si sarebbe chiuso il piano superiore per limitare i costi del riscaldamento con un rimpasto delle insegnanti. Il 27 luglio ci è stato detto che dopo la riunione del Cda sono rimasti solo 50 bambini e non si sa se riaprirà perché la scuola ha dei problemi economici".

La scuola, dalla storia nobile e insegnanti appassionate e competenti, ha anche usufruito nel tempo di diverse donazioni e, secondo i genitori, è alla ricerca di finanziatori "A causa anche di debiti pregressi e la pandemia certo non ha aiutato", rimarcano.

"A oggi, 4 agosto, non sappiamo ancora nulla", ci dice una dei genitori, che ricorda di non avere ricevuto comunicazione ufficiale di nessun tipo da parte della scuola. 

"Ci sono state anche delle incomprensioni tra l'attuale direttivo e alcuni genitori che hanno ritirato i bambini e nessuno fino ad ora ci ha dato delle risposte. Al recapito dell'ufficio rispondono le maestre che iniziano ad avere preoccupazioni per il loro futuro", racconta una mamma che desidera sollevare il problema per aiutare l'amata scuola astigiana.

"Spero tanto in un miracolo - dice ancora la mamma - e che ci diano presto notizie perché settembre si avvicina e purtroppo dobbiamo capire dove andranno questi bambini se davvero dovesse chiudere il Regina Margherita".

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium