/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 30 settembre 2022, 12:08

Il caro bollette e gli aumenti chiudono anche 'Ú Carrettu' di corso Torino

Il locale astigiano proponeva specialità siciliane: "In pieno Covid abbiamo lavorato tantissimo ma tra l'aumento dell'affitto e bollette triplicate non ce la facciamo più"

Il caro bollette e gli aumenti chiudono anche 'Ú Carrettu' di corso Torino

L'ennesima chiusura per crisi che sta falcidiando attività, persone, famiglie, sogni, colpisce anche le tradizioni siciliane approdate ad Asti nel novembre 2020.

Domenica infatti chiude i battenti anche l'apprezzatissimo 'Ú Carrettu' di Asti che, in corso Torino 135 aveva deliziato con il suo Sicilian Street Food, i tantissimi siciliani residenti in città e i tanti amanti della tipica cucina siciliana.

Orata alla siciliana, caponata, peperoni ripieni e cannoli siciliani, panino con la milza, i superbi arancini, covaccine, pizze e molto altro, avevano raccolto grandi consensi.

Partiti in sette a novembre 2020 sono rimasti in due.

"E siamo pure troppi - ci racconta sconsolato Domenico - il lavoro è calato, le bollette arrivano a tutte le famiglie. Purtroppo è così per tutti. Non sappiamo neppure cosa faremo. Tutto è chiuso, tutti in cassa integrazione e sarà sempre peggio. Lavorare in perdita non si può più, lo stiamo facendo da febbraio almeno. Durante il Covid abbiamo lavorato tanto con l'asporto ma da gennaio-febbraio è tutto calato. Tra il triplo dell'affitto e il gas che da 600 euro è arrivato a 4mila, come si può fare?".

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium