/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 23 gennaio 2023, 19:21

Giornata della Memoria: le iniziative dell'Israt di Asti in tutta la provincia

Concerti, proiezioni di documentari e conferenze dal 27 gennaio al 4 febbraio

Lo spettacolo Guido suonava il violino

Lo spettacolo Guido suonava il violino

Anche quest'anno sono numerose le iniziative organizzate dall'Israt ad Asti e sul territorio provinciale in occasione della Giornata della Memoria. Rappresentazione teatrali, concerti, proiezioni di documentari e conferenze intendono fornire al pubblico un'occasione di riflessione, al di là di ogni approccio retorico, sul dramma della Shoah, sulle deportazioni di civili e partigiani nel sistema dei Lager nazisti e sull'avvio dei militari rastrellati dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 nei campi di internamento in Germania.

Gli eventi pubblici offerti alla cittadinanza sono tutti gratuiti grazie anche al sostegno del Consiglio Regionale del Piemonte e del Comitato regionale di difesa dei valori della Resistenza e della Costituzione.

Tali eventi accompagnano il lavoro quotidiano svolto dall'Israt nelle scuole astigiane di ogni ordine e grado per discutere con docenti e studenti di questi temi con un approccio multidisciplinare che pone al centro dell'attenzione la complessità degli eventi storici, inserendoli nel più ampio contesto della diffusione di una cultura fortemente razzista e bellicista all'origine dell'affermazione del fascismo e del nazismo.

Tra gli eventi pubblici offerti al territorio in occasione della Giornata della Memoria si ricordano in particolare le repliche serali a Incisa Scapaccino (28 gennaio), Castelnuovo don Bosco (3 febbraio) e nel Centro sociale del quartiere San Fedele di Asti (4 febbraio) dello spettacolo teatrale Guido suonava il violino, un monologo tutto al femminile con Elena Formantici, liberamente tratto dal racconto Un violino di Nicoletta Fasano, con testo e regia di Patrizia Camatel, prodotto dalla Casa degli Alfieri - Archivio Teatralità Popolare in collaborazione con l'Israt.

Domenica 29 gennaio, alle 21 presso lo Spazio Kor di piazza San Giuseppe ad Asti, la Compagnia teatrale “Lo stagno di Goethe” presenterà lo spettacolo La memoria non è mai cimitero.

I meccanismi della Shoah nella storia dell'uomo, testo e recitazione di Marco Gobetti, musiche originali, chitarra acustica e voce di Dario Buccino. Il video Triangolo rossi, voci dalla deportazione sarà invece presentato a Castello di Annone (27 gennaio, ore 21) e a Refrancore (30 gennaio, ore 21).

Si tratta di un documentario curato da Nicoletta Fasano e Mario Renosio che presenta alcuni temi della quotidianità della deportazione nei Lager (la cattura, il viaggio, il lavoro, la fame, la violenza, la liberazione, il ritorno) attraverso le voci dei partigiani e dei civili astigiani sopravvissuti.

Un concerto di musica classica, invece, si terrà a Villanova (29 gennaio, ore 16), con l'esibizione della violinista Cecilia Fabbro. Numerose anche le iniziative a cui l'Israt aderisce come partner.

Sabato 28 gennaio alle ore 21 nel Cantinone del Castello di Settime concerto organizzato dal Comune con il gruppo di musica klezmer “Mishkalée domenica 29 gennaio alle 17, presso la nuova sede della Biblioteca di Canelli, conferenza di Nicoletta Fasano sul tema Il fascismo e la razza, organizzata dal Comune, da Memoria viva, dalla sezione canellese dell'Anpi e dall'Unitre. Per maggiori informazioni www.israt.i

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium