/ Attualità

Attualità | 13 marzo 2023, 20:10

La narrazione di un territorio, passa dal cuore della ristorazione. Nasce il progetto "Osti narranti"

Lunedì 20 marzo alle 19 all'Agenzia professionale delle Colline astigiane, si presenta l'iniziativa con una cena benefica per la Fondazione astigiana per la salute del territorio

Gli osti narranti (MerfePhoto)

Gli osti narranti (MerfePhoto)

La ristorazione è la narrazione di un territorio e lo sa bene l'Astigiano, terra di eccellenze enogastronomiche che devono raccontarsi sempre di più per far conoscere la bellezza e la bontà di una provincia tutta da "gustare".

Per mettere insieme una narrazione di Asti, Monferrato e Langa Astigiana, nasce il progetto "Osti narranti", che vede ristoratori e albergatori del territorio astigiano protagonisti di una raccolta di filmati promozionali con finalità culturali e turistiche. I filmati saranno diffusi attraverso vari canali social, sottotitolati in lingua inglese e metteranno in evidenza le risorse culturali astigiane e che vanno a completare il patrimonio enogastronomico.

Dal capoluogo alle cattedrali sotterranee, passando per vini e tartufi

Il progetto è coordinato dal produttore e giornalista Pier Ottavio Daniele e vede coinvolti diversi ristoranti dell'Astigiano che racconteranno così il loro territorio: dal centro storico di Asti, le cattedrali sotterranee di Canelli, le colline Unesco, l'architettura romanica, i grandi vini e spumanti, gli ortaggi, i tartufi, i borghi in collina.

"Osti narranti" sarà presentato lunedì 20 marzo alle 19, ad Asti, nella sala ristorante dell'Agenzia Professionale delle Colline Astigiane di via Asinari, nell'ambito di una cena all'insegna della convivialità e beneficenza.

Il ricavato della serata con cena, infatti, andrà alla Fondazione Astigiana per la Salute del Territorio e saranno premiati una cinquantina di "locali del racconto".

Spiega Daniele: "Nasce su stimolo di Piero Fassi e la moglie Pina dello storico locale Gener Neuv, in collaborazione con la Scuola alberghiera, pietra miliare della cultura gastronomica. Lo scopo è quello di esaltare la narrazione promuovendo l’area dove si è presenti, in fondo il ristorante è il centro della cultura di un territorio"
Pina Fassi, con i ragazzi della scuola, cucinerà anche la lasagnetta rustica, cavallo di battaglia del Gener e, dalle 16 alle 19, ci sarà uno stage per gli allievi della scuola.

I 50 anni della scuola e i 90 del Consorzio dell'Asti

Durante la serata gli Osti consegneranno i "Premi alla carriera del gusto" per i 50 anni di attività all'Agenzia di formazione professionale delle Colline Astigiane e per i 90 anni del Consorzio di Tutela dell'Asti.

Rimarca Alessandra Sozio, insegnante della scuola alberghiera: "In questa iniziativa c'è anche l'aspetto didattico per i nostri ragazzi, l'insegnamento più efficace è il racconto".

La cena sarà servita dagli stessi allievi della scuola. In cucina Paolo Ghi e Maura Fassio, maitre Franco Mo e Luca Icardi.

L'Evento promosso dal Centro Studi Francesco Cirio, l'Agenzia di formazione professionale "Colline Astigiane" sarà presentato ad Enti, Consorzi di tutela dei vini del territorio in modo di poterli coinvolgere attivamente nel progetto. 

Tra i protagonisti dell'iniziativa, tra gli altri compaiono in veste di narratori, Piero Fassi, Walter e Roberto Ferretto, Massimiliano Musso, Alessandra Bardone, Claudio Strocco, Mariuccia e Piercarlo Ferrero, Giovanni Basano, Beppe Francese, Manuela, Maurizio e Ornella Cornero, Martina Borgatta, Luca Mogliotti.

Per informazioni 329.2284049

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium