/ Attualità

Attualità | 19 maggio 2023, 08:57

Continua il viaggio in Cina della delegazione astigiana: nuova tappa alle vigne di Yantai

La città cinese è uno dei poli vitivinicoli del colosso asiatico e potrebbe diventare partner strategico della nostra città

Un'immagine del pranzo di lavoro con le autorità di Yantai

Un'immagine del pranzo di lavoro con le autorità di Yantai

Continua a pireno regime il viaggio della rappresentanza astigiana in Cina. Lo scorso 17 maggio, il presidente della provincia di Asti e sindaco di Asti Maurizio Rasero a capo della delegazione, ha visitato la città di Yantai per visitare le aziende vinicole della regione produttrice, scambiare informazioni sullo sviluppo dell’industria vinicola e promuovere lo scambio e la cooperazione nel settore vitivinicolo tra la Regione di Asti e e la città.

Chi Wanti, vicedirigente del Centro di servizi per lo sviluppo dell'industria vitivinicola della città, l'ufficio degli esteri della città e i rappresentanti delle cantine della regione produttiva hanno accompagnato la visita.

In mattinata, la delegazione si è recata al Museo della cultura del vino Zhangyu per tenere un simposio e uno scambio: il vicedirettore Chi Wanti ha presentato alla delegazione lo sviluppo e la costruzione dell'industria vinicola e della catena industriale di Yantai.

I capi di Zhangyu Company, Annuo Winery e Longting Winery hanno introdotto la produzione e il funzionamento delle rispettive imprese e hanno introdotto i caratteristici vini rappresentativi. Successivamente, le due parti hanno condotto discussioni approfondite sulle rispettive caratteristiche industriali, sulla tecnologia della birra, sul modo di produzione, sul turismo culturale, ecc. e hanno raggiunto intenzioni preliminari di cooperazione.

La provincia di Asti è uno dei più grandi luoghi di produzione vinicola in Italia, con un bellissimo ambiente naturale, una ricca natura turistica, una lunga storia di sviluppo del vino e un profondo patrimonio culturale, che è molto coerente con la direzione di sviluppo dell'industria vinicola Yantai.

Attraverso l'indagine e lo scambio, le due parti hanno concordato congiuntamente che i due luoghi hanno molte somiglianze, come importanti città industriali e aree di produzione vinicola, terroir eccellente, una base completa per lo sviluppo della catena dell'industria vinicola e ampio spazio di cooperazione.

"Questa visita rafforzerà ulteriormente la comunicazione tra le principali aree di produzione vinicola della Cina e dell'Italia, stabilirà i due vini come un marchio industriale con elevata compatibilità, forte complementarietà e grande potenziale di cooperazione e promuoverà le due parti per realizzare una cooperazione più profonda nel campo del vino" ha commentato il primo cittadino.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium